Guerra delle spie, la May espelle 23 diplomatici russi. Mosca: «Inaccettabile»

La Gran Bretagna espellerà «23 diplomatici russi, identificati come ufficiali dell'intelligence sotto copertura». Lo ha annunciato la premier britannica Theresa May nel suo intervento alla Camera dei Comuni, precisando che la misura rientra «nell'azione immediata per smantellare la rete di spionaggio» russo in Gran Bretagna. I 23 diplomatici «hanno una settimana di tempo per lasciare» il Paese, ha aggiunto la May.

Nel suo intervento alla Camera dei Comuni, la premier ha ricordato che nel 2006, dopo la morte per avvelenamento dell'ex spia del Kgb Alexander Litvinenko, la Gran Bretagna espulse quattro diplomatici russi. Quella di oggi - di 23 diplomatici su un totale di 59 accreditati presso il Regno Unito - è l'espulsione più grande da quella del settembre del 1971, quando furono costretti a lasciare 90 diplomatici sovietici.

«Questa espulsione - ha sottolineato la May - sarà la più massiccia degli ultimi trent'anni e riflette il fatto che non è la prima volta che lo Stato russo ha agito contro il nostro Paese. Attraverso questo espulsioni, ridurremo gradualmente la capacità di intelligence russa nel Regno Unito per gli anni a venire. E se cercheranno di ricostruirla, gli impediremo di farlo».

La replica. «Completamente inaccettabili, ingiustificate e miopi». Così l'ambasciata russa a Mosca definisce le espulsioni di 23 diplomatici russi annunciate oggi da Theresa May nell'ambito della risposta di Londra alla vicenda Skripal. «Il governo britannico ha scelto lo scontro con la Russia: è evidente che scegliendo i metodi unilaterali e non trasparenti per le indagini di questo incidente le autorità britanniche, una volta di più, hanno lanciato una campagna anti-russa. Naturalmente le nostre misure di risposta non si faranno attendere», dice il ministero degli Esteri russo in una nota pubblicata sul sito.
Mercoledì 14 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 15-03-2018 14:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2018-03-15 19:09:33
Per accreditare la storia delle interferenze russe nelle elezioni americane è stato ucciso Seth Rich nel 2016 che aveva dato le emails del Partito Democratico a Wickileaks. Figuriamoci se si farebbero un problema di uccidere una vecchia spia russa.
2018-03-15 15:21:19
ma che ci fate tutti voi commentatori in Italia, paese filo-NATO, filo-USA. etc. Perché non andate a vivere nel vostro paradiso russo insieme a minnamor, la famosa spia che viene dl freddo?? Non vi conviene vero??
2018-03-15 12:44:06
Le consuete risposte fiacche e permissive, la May in Gran Bretagna continua a perdere credibilità. Ma come fai, dico io, a non prevedere di intervenire sull'oligarchia finanziaria a fianco del Cremlino, è lì che il dente duole, che peraltro staziona in pianta stabile sul Tamigi e dintorni.
2018-03-15 09:03:45
Mi sembra una grande montatura. Se il Governo russo volesse far fuori qualcuno fuori dei sui confini non credo che si affiderebbe a un prodotto che appare così poco efficace e con una manualità così dilettantesca. Se questo fosse il loro livello tecnico Putin dovrebbe preoccuparsi. Per me è la Teresa che, per far dimenticare la sciocchezza della sua Brexit ai propri connazionali vuole trasformare un mero atto di delinquenza in un caso internazionale.
2018-03-14 22:36:04
Putin a due setoltimane dalle presidenziali, nel.momento della massima esposizione mediatica ordina un omicidio cosi scenografico di un vecchio spione uscito dal giro da 14 anni, in un paese straniero...ma veramente esistono idioti che danno credito a questa ennesima malriuscita provocazione degli sguatteri europei degli Usa...? ..che pena..
18
  • 25
QUICKMAP