Gb, spia russa avvelenata, Londra chiede riunione urgente dell'Onu

Mercoledì 14 Marzo 2018
3

La Gran Bretagna ha chiesto una «riunione urgente» del Consiglio di sicurezza dell'Onu sulla vicenda del tentato avvelenamento a Salisbury, con un agente nervino, di Serghei Skripal, ex spia russa transfuga nel Regno Unito, e di sua figlia Yulia. Lo riporta la Bbc. La richiesta presentata a Palazzo di Vetro è destinata ad essere presa in considerazione dopo l'annuncio delle già minacciate ritorsioni contro Mosca che la premier britannica Theresa May dovrebbe illustrare in parlamento, alla Camera dei Comuni, fra meno di un'ora. L'intervento di May di fronte ai deputati è previsto per le 12:30 circa ora di Londra, le 13:30 in Italia. Voci non confermate ipotizzano fra l'altro espulsioni di diplomatici - c'è chi dice anche dello stesso ambasciatore russo nel Regno - e misure di carattere finanziario per bloccare i patrimoni e la libertà di movimento verso la Gran Bretagna di uomini d'affari e funzionari russi considerati vicini a Vladimir Putin.

Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk si unisce al coro di quanti ritengono che possa esserci la Russia dietro l'avvelenamento dell'ex spia russa Sergei Skripal. «Esprimo la mia piena solidarietà al premier Theresa May per il brutale attacco ispirato, molto probabilmente, da Mosca - ha scritto Tusk su twitter - Sono pronto a mettere il tema nell'agenda del Consiglio europeo della prossima settimana» (il vertice a Bruxelles è previsto per il 22 e 23 marzo).

 

Ultimo aggiornamento: 14:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La realtà virtuale dei grillini e i problemi (reali) della città

di Simone Canettieri