«Sei a tuo agio nel tuo genere sessuale?», polemica sul questionario inglese ai bambini di 10 anni

Lunedì 11 Dicembre 2017
3
Formulari destinati a bambini di 10 anni per chiedere loro se si sentano a proprio «agio» nel genere sessuale in cui sono nati. È polemica in Gran Bretagna per l'iniziativa pilota lanciata dal sistema sanitario nazionale (Nhs) a partire dal sesto anno delle scuole primarie: iniziativa contestata da varie famiglie e denunciata dal conservatore Daily Telegraph come un prematuro «sondaggio sulla transessualità». Fra i quesiti, c'è anche la domanda: «Ti senti a tuo agio nel genere con cui sei nato (maschio o femmina)?». Mentre più in basso i bambini possono indicare quello che ritengono essere il loro «vero genere», con tre opzioni disponibili: boy, girl oppure other.

Stando a fonti dell'Nhs, l'intenzione è «capire meglio» la psiche dei bambini per dar loro «sostegno», ma per il Telegraph non è chiaro se e in che termini gli scolari saranno avvicinati sulla base delle loro risposte. Mentre diversi genitori contestano apertamente questo approccio come «intrusivo» e fonte di possibile «confusione» a quell'età.
Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre, 08:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La realtà virtuale dei grillini e i problemi (reali) della città

di Simone Canettieri