CORONAVIRUS

Coronavirus, Mattarella: «Ue solidarizzi e non ostacoli l'Italia». Conte: non tolleriamo logiche formali

Giovedì 12 Marzo 2020
6
Coronavirus, Mattarella: «Ue solidarizzi e non ostacoli l'Italia»

Il presidente Sergio Mattarella interviene sulla questione Lagarde-coronavirus. «L'Italia sta attraversando una condizione difficile e la sua esperienza di contrasto alla diffusione del coronavirus sarà probabilmente utile per tutti i Paesi dell'Unione Europea. Si attende quindi, a buon diritto, quanto meno nel comune interesse, iniziative di solidarietà e non mosse che possono ostacolarne l'azione». È quanto afferma una nota del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

LEGGI ANCHE --> Coronavirus, bazooka della Fed: intervento da 1.500 miliardi. Lagarde delude i mercati
 


Poi a prendere la parola è il premier Giuseppe Conte. «L'Europa richiede ai Paesi membri misure decise al fine di contrastare efficacemente l'emergenza sanitaria. In particolare il compito della Banca Centrale deve essere quello non di ostacolare, ma di agevolare tali interventi, creando condizioni finanziarie ad essi favorevoli», scrive in una nota il premier Giuseppe Conte.

«In questo momento di grande difficoltà stiamo collaborando con gli altri paesi e con le istituzioni dell'Ue per garantire la salute dei cittadini. In un tale contesto non tollereremo atteggiamenti che interpretino i nostri interventi secondo logiche formali ed astratte, senza tenere conto dei bisogni reali dei cittadini», dice Conte.

Ultimo aggiornamento: 13 Marzo, 13:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani