Morto Ventrone, ex preparatore della Juve che aveva seguito Conte al Tottenham. Stroncato da una leucemia fulminante

«E' stato uno dei personaggi più importanti ad affermare la nostra figura all'interno del mondo del calcio», lutto nello sport

Morto Giampiero Ventrone, ex preparatore atletico della Juventus e ora al Tottenham con Antonio Conte
3 Minuti di Lettura
Giovedì 6 Ottobre 2022, 10:32 - Ultimo aggiornamento: 13:50

Giampiero Ventrone è morto a 62 anni, portato via da un malore improvviso. L’ex preparatore atletico della Juventus lavorava per il Tottenham allenato da Antonio Conte. Se ne è andato all’ospedale Fatebenefratelli di Napoli, i funerali saranno domenica alle 15. Aveva una leucemia fulminante.

«Una notizia che ci sconvolge, inaspettata e tremenda»: scrive l'Associazione italiana Allenatori Calcio. «Una grande perdita per il nostro mondo e anche mia personale, in quanto mio grande amico», le parole di Francesco Perondi, vicepresidente della componente preparatori atletici. «E' stato uno dei personaggi più importanti ad affermare la nostra figura all'interno del mondo del calcio. Ci mancherà».

Ventrone è stato per un decennio preparatore atletico della Juventus, dal 1994 al 2004, negli anni di Marcello Lippi e Carlo Ancelotti. Dopo l'esperienza in bianconero, è stato per una stagione vice allenatore dell'Ajaccio, poi ancora preparatore atletico del Catania e dei club cinesi del Jiangsu Suning e del Guangzhou Evergrande. 

IL RICORDO DELLA JUVE - «Se n'è andato uno dei nomi storici della Juve a cavallo dei due secoli. Gian Piero Ventrone ci ha lasciato all'età di soli 62 anni: ha lavorato per tante stagioni come preparatore atletico bianconero, dal 1994 al 1999, contribuendo, insieme a Mister Lippi, a costruire e a prendersi cura di una Juve che ha vinto di tutto, in Italia e in Europa. Ventrone è tornato a Torino poi dal 2001 al 2004, arricchendo il suo (e nostro) palmares di altre vittorie».

Così la Juventus ricorda Gian Piero Ventrone scomparso per un malore improvviso. «Un metodo innovativo, una cura della condizione fisica ispirata a criteri moderni, che ha fatto scuola in Italia e all'estero: Ventrone era, sempre con Lippi, nello staff dell'Italia Campione del Mondo 2006, e ha continuato ad arricchire la sua carriera di esperienze importanti, in Francia, in Cina e in Inghilterra, dove ha vissuto le ultime sue avventure.

Ricorderemo sempre la sua figura discreta, la sua cura dei dettagli, la sua filosofia del lavoro, e soprattutto quello che forse è stato il suo talento più grande: capire come il calcio (e quindi una delle sue componenti fondamentali, la tenuta fisica e atletica) stesse gradualmente entrando in una nuova era. Una nuova era che, in parte, ha contribuito a scrivere. Ciao, Gian Piero», conclude la Juventus.

Soprannominato il Marine per i suoi duri allenamenti, nel 2021 era stato richiamato in Europa da Antonio Conte, che lo ha voluto al Tottenham al suo fianco per la preparazione atletica degli Spurs.

NIENTE CONFERENZA - Il Tottenham ha deciso di annullare la conferenza stampa di Antonio Conte prevista per oggi pomeriggio in vista del match di Premier League con il Brighton dopo la notizia della morte di Ventrone, preparatore atletico del club inglese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA