Nobel, chi è Olga Tokarczuk la scrittrice polacca amante di viaggi e psicologia

Giovedì 10 Ottobre 2019
Nobel, chi è Olga Tokarczuk la grande scrittrice polacca che ama viaggiare

Originaria di Sulechw, vicino a Zielona Gra, dove è nata il 29 gennaio 1962, Olga Tokarczuk, vincitrice del premio Nobel per la letteratura 2018, è una delle scrittrici polacche più famose della sua generazione ed è una grande viaggiatrice. Poetessa oltre che narratrice, con il romanzo 'I vagabondì, pubblicato in Italia da Bompiani, è stata la prima polacca a vincere l'International Man Booker Prize nel 2018. «Oggi il libro è una sorta di epitaffio a un grande mondo aperto che non c'è più. Non parlo infatti di immigrati, perché è stato scritto sulla soglia del grande cambiamento» raccontava all'ANSA la scrittrice che ha scritto questo libro 12 anni fa.

Nobel, chi è Peter Handke scrittore polemico che fece scalpore schierandosi con i serbi
Nobel letteratura a Olga Tokarczuk e Peter Handke (che voleva abolire il premio)

In Italia sono usciti tra l'altro per E/O Dio, il tempo, gli uomini e gli angeli pubblicato poi da Nottetempo con il titolo Nella quiete del tempo e per Fahrenheit 451 Casa di giorno, casa di notte. Laureata in psicologia, si considera una discepola di Carl Gustav Jung e la sua formazione si riflette nelle sue opere. La Tokarczuk ora è impegnata a scrivere un «romanzo epico» dedicato ai luoghi in cui vive, la Bassa Slesia.
 


 

Ultimo aggiornamento: 14:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma