Massimo Ferrero scarcerato: l'ex presidente della Sampdoria agli arresti domiciliari

Il presidente dimissionario della Sampdoria era rinchiuso a San Vittore dal 6 dicembre

Massimo Ferrero lascia il carcere: concessi gli arresti domiciliari
2 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Dicembre 2021, 15:52 - Ultimo aggiornamento: 19:58

Il Tribunale del riesame di Catanzaro ha concesso gli arresti domiciliari a Massimo Ferrero. Il presidente dimissionario della Sampdoria ha lasciato il carcere di San Vittore, dove era rinchiuso dal 6 dicembre scorso, ed è tornato a casa. Ieri era arrivata la richiesta di scarcerazione dei suoi legali. L'imprenditore era stato arrestato nell'ambito di un'inchiesta della Procura della Repubblica di Paola per bancarotta ed altri reati societari.

Massimo Ferrero scarcerato

Massimo Ferrero è stato arrestato il 6 dicembre scorso, mentre si trovava in un hotel a Milano per questioni legate alla Sampdoria. Dopo l'incarcerazione ha dato le sue dimissioni da patron del club blucerchiato, estraneo alla vicenda. L’arresto di Ferrero era legato al fallimento di quattro società nel settore alberghiero, turistico e cinematografico con sede in provincia di Cosenza, dichiarate fallite qualche anno fa. Ai domiciliari anche la figlia Vanessa e il nipote Giorgio.

 

Il Tribunale di Catanzaro ha accolto la richiesta presentata ieri dai legali Luca Ponti e Pina Tenga, di far tornare a casa Ferrero per le festività natalizie. L'operazione che aveva portato all'arresto, era stata effettuata dalla Guardia di Finanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA