Morbella, dipendenti Conad in cassa integrazione

Morbella, dipendenti Conad in cassa integrazione
2 Minuti di Lettura
Domenica 25 Luglio 2021, 05:01

LAVORO
Se Panorama chiude a LatinaFiori, senza alcuna previsione per i dipendenti di essere ricollocati in provincia, i 56 dipendenti del Conad del centro commerciale Morbella entrano in cassa integrazione straordinaria.
La crisi innescata genera una forte preoccupazione per il futuro dei lavoratori e delle lavoratrici dei due supermercati di Latina. A lanciare l'allarme i sindacati Uiltucs, per il caso Panorama, e Clas per la chiusura del Conad, inserito nei negozi del Morbella costretti a sospendere l'attività di vendita, a seguito di ordinanza comunale scaturita da lavori edilizi carenti in materia di sicurezza, come eccepito dai vigili del fuoco. La Uiltuc Latina ritiene che la proposta aziendale non sia adeguata ad un vero piano sociale: «Il gruppo Pam ha già arrecato danni irreparabili ha dichiarato il segretario provinciale Gianfranco Cartisano -: la proposta non prevede nessun lavoratore ricollocato nel Lazio. Noi chiediamo l'incremento sulle ricollocazioni, ricordando che nel perimetro di 80 chilometri ci sono dieci punti vendita del gruppo Pam».
Il sindacato ha indetto un referendum perché i dipendenti, al lavoro fino al 31 luglio, possano esprimersi liberamente sul piano aziendale proposto. L'appuntamento con la scheda è previsto per domani, 26 luglio, dalle 9.30 alle 18, presso l'ipermercato in questione. La società Comar srl, che gestisce il Conad del Morbella, a seguito dell'ordinanza comunale, ha richiesto gli ammortizzatori sociali.
«Non vorremmo che in tutta questa situazione, che presenta risvolti ancora da chiarire come ad esempio le tempistiche esatte per il riavvio delle attività commerciali, a rimetterci siano soprattutto i lavoratori che operano nelle varie attività commerciali della struttura», ha commentato Davide Favero, presidente nazionale del Clas.
Il sindacato riferisce che la Comar «ha comunicato la necessità di avvalersi di un periodo di sospensione dell'attività lavorativa per almeno dieci settimane, facendo ricorso alla Cassa integrazione straordinaria a partire dal 24 luglio (ieri per chi legge, ndr) per i 56 dipendenti del punto vendita interessato».
«Abbiamo già avviato le procedure per la consultazione sindacale che riguarda i 56 dipendenti interessati, per cercare le migliori soluzioni in attesa di conoscere i tempi della riapertura della struttura», ha concluso Favero.
Il centro commerciale è stato chiuso per una serie di violazioni in materia di sicurezza. L'ordinanza di sospensione immediata delle attività è stata notificata al Consorzio degli Operatori del Centro Commerciale Morbella, nella persona del Presidente Salvatore Centola.
Rita Cammarone
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA