Ragazzo in scooter si schianta contro un cinghiale

Ragazzo in scooter si schianta contro un cinghiale
2 Minuti di Lettura
Venerdì 22 Gennaio 2021, 05:01

FORMIA
Stava rientrando a casa l'altra sera, in sella al suo motorino, quando si è imbattuto in un grosso cinghiale. L'animale, sbucato all'improvviso da un terreno nella zona di Gianola, all'interno dell'area del Parco regionale Riviera di Ulisse, ha urtato contro il mezzo facendo cadere rovinosamente a terra il conducente, un 17enne che abita nelle adiacenze.
Subito dopo l'impatto il cinghiale si è dileguato nell'oscurità della campagna, mentre il giovane centauro è stato costretto a ricorrere alle cure dei sanitari dell'ospedale Dono Svizzero per diverse escoriazioni e contusioni giudicate guaribili in sei giorni. Anche il motorino ha subìto danni. L'episodio, per fortuna senza gravi conseguenze, potrebbe dare vita ad un'azione giudiziaria nei confronti degli enti delegati alla tutela dell'area protetta del Parco, nella quale risiedono una cinquantina di famiglie. Non è il primo caso di avvistamenti di cinghiali a Formia, non solo a Gianola ma anche in altre zone come Rio Fresco, Santa Maria La Noce e le frazioni collinari. L'associazione AlmaNatura, presieduta dall'avvocato Mauro Piscopo, è intervenuta sulla vicenda sostenendo che «a nulla sono valsi i vari appelli del passato volti alla risoluzione del grave problema della presenza di ungulati, i quali scorrazzano in lungo e in largo sulla strada principale e nelle traverse interne al parco, provocando gravi danni non solo alle colture, ma anche alle persone». E, oltre al ferimento del giovane ciclomotorista, cita anche il caso di un abitante della zona costretto a rimuovere con una ruspa «l'enorme mole di terra riportata nottetempo dagli stessi animali, per poter entrare nel suo fondo». E denuncia mancanza di illuminazione nell'area del Parco e di sistemi di tutela per persone e colture. L'Ente Parco sostiene invece di aver allestito gabbie per la cattura dei cinghiali e che l'illuminazione non è compatibile con le peculiarità di un'area protetta.
Andrea Gionti
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA