Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Si spacciava per dentista ma era odontotecnico: le indagini sul falso medico smascherato dai Nas

Si spacciava per dentista ma era odontotecnico: le indagini sul falso medico smascherato dai Nas
di Stefania Belmonte
3 Minuti di Lettura
Domenica 10 Luglio 2022, 12:01 - Ultimo aggiornamento: 12:04

Un falso medico è stato denunciato ad Aprilia dai carabinieri del Nucleo antisofisticazione e sanità di Latina, diretti dal capitano Felice Egidio. L'uomo aveva aperto uno studio dentistico nel centro della città ed operava su ignari pazienti senza averne alcun titolo. Il falso medico era infatti soltanto un odontotecnico, un professionista che però non può in alcun modo vantare gli stessi titoli e competenze di un medico specializzato in odontoiatria. Perché infatti non ne aveva. Proprio per questo motivo l'uomo è stato denunciato in base all'articolo 348 del codice penale, che individua il reato di esercizio abusivo della professione. Lo studio medico è stato inoltre sottoposto a sequestro, con tutta l'attrezzatura che conteneva. I carabinieri del Nas si sono presentati però proprio mentre lo studio era ancora aperto: in attesa di essere curati c'erano addirittura alcuni pazienti. Il blitz con tanto di perquisizione si è verificato nei giorni scorsi su disposizione della Procura della Repubblica di Latina, che si sta occupando del caso.

Nel corso della perquisizione i carabinieri hanno trovato materiale e attrezzature utili per la professione di odontoiatra e anche di odontotecnico. Nessuna traccia, invece, sembrerebbe di fatture fiscali. Il che potrebbe significare almeno due cose: la prima, che forse - ma si tratta soltanto di ipotesi da verificare - il falso medico applicava prezzi più bassi rispetto alla concorrenza e che quindi poteva esserci creato in questo modo una fetta di clientela; l'altra, che probabilmente se i magistrati lo riterranno opportuno, le indagini saranno correlate anche di accertamenti a livello fiscale. Nel frattempo i Nas accerteranno anche da quanto tempo l'uomo operava come odontoiatra, su quanti pazienti e con quali prezzi.

Non si tratta del primo caso di odontoiatra abusivo che si verifica nel comune di Aprilia. Anche negli anni passati, infatti, ne erano stati individuati altri: qualche volta su segnalazione di pazienti, altre volte grazie ad indagini mirate in seguito ai controlli di routine. Come quest'ultimo caso. Si legge infatti in una nota stampa, che l'operazione è stata svolta a conclusione di un'articolata attività investigativa. Eclatante fu, nel 2014, il caso di uno studio medico sempre ad Aprilia, nel quale furono denunciati sia il dentista vero che quello falso: il primo - direttore dello studio - per non aver vigilato sull'attività del suo dipendente, il quale era un odontotecnico e all'arrivo dei Nas stava trattando un paziente in assenza di titoli e del titolare dello studio medico.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA