Doppio controllo dei passeggeri che salgono sui mezzi pubblici

Doppio controllo dei passeggeri che salgono sui mezzi pubblici
3 Minuti di Lettura
Martedì 7 Dicembre 2021, 05:02

LE NOVITA'
Il green pass è ora necessario per salire sui mezzi pubblici. La novità è entrata in vigore da ieri e per la prima volta dall'inizio della pandemia ad oggi - riguarda anche il trasporto pubblico locale e i treni regionali. Questo vuol dire che i pendolari della provincia di Latina abituati a viaggiare sugli autobus della Csc, sui mezzi Cotral o sui convogli per raggiungere la Capitale o altre mete dovranno avere con sé la certificazione verde base per non rischiare una multa che va da 400 a 1.000 euro. Dopo la riunione con il comitato per l'ordine e la sicurezza che si è tenuta in Prefettura nella giornata di venerdì è stata decisa la linea da seguire in provincia di Latina che prevede, oltre ai controlli da parte delle forze dell'ordine, anche quelli da parte del personale delle aziende di trasporto. Per quanto riguarda la Csc, ad esempio, i controllori (ma non gli autisti) sono ora incaricati di effettuare controlli a campione e verificare che i passeggeri siano in possesso di vaccinazione o tampone negativo. Nel caso di irregolarità i controllori possono richiedere l'intervento delle forze dell'ordine che hanno facoltà di elevare sanzioni. Questa almeno è l'interpretazione del decreto che è stata data dal comitato per l'ordine e la sicurezza e che è stata messa in pratica da ieri. «Per adesso spiega l'assessore ai Trasporti del Comune di Latina Dario Bellini l'organizzazione prevede che per i passeggeri ci siano controlli prima di salire da parte dei controllori della Csc e una volta scesi dall'autobus da parte delle forze dell'ordine». La differenza ha un senso logico: dal momento che il personale del trasporto pubblico locale non ha facoltà di elevare multe, ma solo di controllare, può in questo modo segnalare le irregolarità alle forze dell'ordine e permettere che l'autobus parta lo stesso senza creare ritardi o disservizi. I passeggeri che hanno invece effettuato un viaggio senza rispettare le regole e dunque senza green pass potrebbero trovare quando scendono Polizia, Carabinieri o Polizia Locale pronti a elevare una multa. I risultati dei controlli vengono comunque trasmessi ogni settimana al Ministero dell'Interno. «A questi due tipi di controlli continua Bellini si aggiungono dei controlli random' che verranno effettuati a bordo dei mezzi del trasporto pubblico locale. In questi casi se i controllori trovano passeggeri non in regola quando salgono senza preavviso sull'autobus sono tenuti a chiedere l'intervento delle forze dell'ordine». Al momento il numero dei controllori della Csc sembra essere sufficiente per affiancare il lavoro delle forze dell'ordine, ma è chiaro che le verifiche non possono essere ovunque. Per questa motivazione sono state scelte alcune zone dove almeno nei primi giorni in cui sono in vigore le nuove regole verranno incrementati i controlli: autolinee, stazione Fs di Latina Scalo e linee scolastiche. Si tratta delle linee più frequentate e dove è più urgente fare sì che il viaggio dei pendolari avvenga in sicurezza. Anche Cotral ha incaricato il proprio personale di controllare i green pass dei passeggeri prima che salgono sui mezzi nei punti nevralgici dove sono presenti anche le forze dell'ordine. A Latina questi controlli avvengono nel piazzale delle autolinee. Per quanto riguarda i treni regionali nella giornata di ieri non sono stati effettuati controlli a bordo del Roma-Napoli né nelle stazioni della provincia di Latina, ma i pendolari sono stati però controllati a campione una volta arrivati a Termini.
Bianca Francavilla
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA