PUTIN

Navalny su Instagram dopo l'avvelenamento: «Respiro da solo e mi mancate».

Martedì 15 Settembre 2020

Il dissidente russo, Alexei Navalny, ha condiviso sul suo account Instagram (che conta 1,7 milioni di follower) la sua prima foto dal letto dell'ospedale di Berlino dove si trova ricoverato da settimane in seguito a un sospetto avvelenamento con un agente nervino. Navalny ha posato con la moglie Yulia ed i loro due bambini. Tutti e tre indossano una mascherina. La foto è stata accompagnata da un messaggio dello stesso dissidente, che a lungo è stato in fin di vita. «Ciao, sono Navalny. Mi mancate. Ancora non posso fare quasi nulla ma ieri sono riuscito a respirare da solo per l'intera giornata», sono state le sue parole.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha commentato l'ipotesi che Alexei Navalny torni in Russia - riportata dal New York Times - dicendo che tutti saranno contenti se la sua salute migliorerà. «Ogni cittadino della Federazione Russa può lasciare la Russia e tornare in Russia di sua spontanea volontà. Se la salute di questo cittadino della Federazione Russa migliorerà, naturalmente, questo renderà tutti contenti», ha detto Peskov. 

Navalnvy, cos'è il Novichok: lo stesso veleno fu usato contro Skripal e la figlia

Peskov ha poi aggiunto: «Non c'è motivo di esacerbare le relazioni della Russia con le nazioni europee a causa della vicenda intorno ad Alexei Navalny». «Per ora non abbiamo tratto conclusioni affrettate sull'impatto delle nostre relazioni con un certo numero di Paesi europei. In questo caso ci limitiamo a dichiarare la nostra totale incomprensione degli eventi in corso», ha detto Peskov. «Riaffermiamo la nostra disponibilità e la nostra intenzione a scoprire cosa è successo esattamente», ha sottolineato.

Ultimo aggiornamento: 13:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA