Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Missili a lungo raggio lanciati da Russia e Bielorussia: i nuovi attacchi all'Ucraina

Usati gli As-4 Kitchen (Kh-22) di epoca sovietica e i più moderni As-23a Kodiak

Missili a lungo raggio lanciati da Russia e Bielorussia: i nuovi attacchi all'Ucraina
3 Minuti di Lettura
Martedì 28 Giugno 2022, 09:15 - Ultimo aggiornamento: 29 Giugno, 08:02

Missili e nuovi attacchi. La Russia ha lanciato «ondate insolitamente intense di attacchi» in Ucraina negli ultimi giorni, con l'impiego di missili a lungo raggio, «concepiti per colpire obiettivi di importanza strategica». È quanto rileva l'ultimo aggiornamento dell'intelligence del ministero della Difesa di Londra, secondo cui le forze ucraine «continuano a consolidare le loro posizioni» sulla parte alta della città assediata di Lysychansk, «dopo aver arretrato da Severodonetsk».

Centro commerciale a Kremenchuk bombardato dai russi, Zelensky: «All'interno mille civili». Almeno 13 morti

Missili avanzatissimi Usa all'Ucraina: cosa è Nasams (lo stesso usato a Washington)

Tra il 24 e il 26 giugno la Russia ha usato «missili a lungo raggio» per una serie di attacchi nel Paese, teatro dell'invasione russa annunciata lo scorso 24 febbraio dal presidente russo Vladimir Putin come una «operazione militare speciale».

Attacchi in cui «molto probabilmente» sono stati usati anche «missili As-4 Kitchen (Kh-22) di epoca sovietica e i più moderni As-23a Kodiak (Kh-101), lanciati dallo spazio aereo russo e bielorusso». Armamenti «concepiti per colpire obiettivi di importanza strategica, ma la Russia continua a impiegarli in gran un numero per ottenere vantaggi tattici».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA