CORONAVIRUS

Inquinamento India, per la prima volta in 40 anni (grazie al virus) emissioni di C02 in calo

Martedì 12 Maggio 2020
Inquinamento India, per la prima volta in 40 anni (grazie al virus) emissioni di C02 in calo

L'epidemia di coronavirus ha sicuramente avuto effetti benefici sull'ambiente, a causa soprattutto del lockdown prolungato in quasi tutti i Paesi del mondo. Tra questi dati importanti arrivano dall'India dove le emissioni di anidride carbonica, nei 12 mesi che vanno dal marzo del 2019 a quello del 2020, quindi anche prima del rallentamento del consumo di combustibili fossili riconducibile alla pandemia di Covid-19, sono calate per la prima volta in 40 anni.

Enrico Mentana, Silvia Romano e il campo di Auschwitz «nella cattolicissima Polonia»
 


Coronavirus, nomadi rom organizzano un funerale: esplode un focolaio di Covid a Campobasso

Il dato emerge da uno studio pubblicato sulla rivista britannica Carbon Brief in cui si quantifica il calo complessivo nel periodo considerato nell'1,4 per cento. È comunque con il lockdown, dal 25 di marzo di quest'anno, che la riduzione si è impennata. A marzo le emissioni sono scese del 15 per cento e ad aprile del 30.  Nell'anno fiscale che si è chiuso a marzo, il consumo di carbone è sceso del due per cento rispetto ai 12 mesi precedenti ed è aumentata l'energia prodotta da fonti rinnovabili. Nel solo mese di marzo tuttavia è stato registrato il 15 per cento in meno di energia generata da centrali alimentate a carbone e nelle prime tre settimane di aprile il 31 per cento in meno. Il consumo di petrolio è calato a marzo del 18 per cento.

Spiagge, in cabina solo tra parenti: ecco le raccomandazioni degli scienziati

Il rischio eccessivo per la salute dovuto alle polveri sottili si è ridotto, secondo lo studio, del 52 per cento in media in tutto il paese.  «La crisi può agire come catalizzatore, per rafforzare o accelerare i fattori che già avevano iniziato a orientare le politiche energetiche in India. Per esempio, il governo ha già iniziato a parlare di sostegno per le energie rinnovabili nel quadro della ripresa, così come hanno fatto alcuni leader europei. Anche perché l'energia solare già offre una alternativa più economica del carbone», sottolinea la ricerca.

Manuale per contenere il virus in Vaticano, le regole obbligatorie per la Fase 2

Ultimo aggiornamento: 16:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA