Regina Elisabetta morta «di crepacuore». L'esperta di vita reale: «Non ha retto alla fine di Filippo»

Katie Nicholl: "Lui era la sua forza, la sua resistenza e l'ha sostenuta in tutto ciò che ha fatto nella vita"

Regina Elisabetta morta «di crepacuore». L'esperta di vita reale: «Non ha retto alla fine di Filippo»
di Mario Landi
4 Minuti di Lettura
Sabato 24 Settembre 2022, 16:12 - Ultimo aggiornamento: 25 Settembre, 10:07

La Regina Elisabetta come è morta veramente? Le è stata fatale una caduta negli ultimi giorni o le ragioni - più profonde - sono state altre? La risposta l'ha fornita oggi Katie Nicholl, autrice di "The New Royals: Queen Elizabeth's Legacy and the Future of the Crown". L'esperta della vita di Corte ha sottolineato che Elisabetta «alla fine morì di crepacuore» dopo la morte di Filippo. «Non è mai stata più la stessa dopo che Filippo se n'è andato. Lui era la sua forza, la sua resistenza e l'ha sostenuta in tutto ciò che ha fatto nella vita».

Harry, l'ultima telefonata con la Regina Elisabetta che ha cambiato tutto (in peggio)

Il legame tra Elisabetta e Filippo

Quello di Elisabetta e Filippo è un legame indossolubile anche nella morte. L'ultima dimora della regina è stata contrassegnata da una semplice lastra che la riunisce per l'eternità con il marito. Elisabetta è stato sepolta lunedì sera in una cerimonia privata presso la King George VI Memorial Chapel, parte della St George's Chapel nel Castello di Windsor. Lì, una pietra del registro - una lastra incisa posata nel pavimento - era stata precedentemente contrassegnata con i nomi dei genitori della regina in lettere dorate su marmo nero. Buckingham Palace ha rivelato che una nuova lastra è stata installata durante la notte con i nomi del defunto monarca, suo marito e i suoi genitori insieme alle date di nascita e morte. Nell'ordine si legge: Giorgio VI 1895-1952, Elisabetta 1900-2002, Elisabetta II 1926-2022, Filippo 1921-2021. Tra le due coppie c'è un'unica Stella di metallo, l'insegna dell'Ordine della Giarrettiera, il più antico e nobile ordine cavalleresco del paese. Tutti e quattro erano membri dell'ordine e la Cappella di San Giorgio, dove si trova la cappella commemorativa, è la casa spirituale.

 

L'accesso a pagamento

Il pubblico potrà vedere l'ultima dimora della regina dalla prossima settimana, ma dovrà pagare. La cappella, chiusa durante il periodo di lutto reale, riaprirà ai visitatori giovedì 29 settembre come parte del tour generale del Castello di Windsor, che costa fino a £ 28,50 per gli adulti e £ 15,50 per i bambini. Il castello è aperto solo cinque giorni alla settimana dal giovedì al lunedì, ma la Cappella di San Giorgio è chiusa al pubblico la domenica poiché è un luogo di culto vivente.

Harry e Meghan tornano in America, la reazione (poco regale) di William e Kate: non hanno più paura

Elisabetta, il libro di Katie Nicholl

Il nuovo libro di Katie Nicholl afferma che la Regina è rimasta «ferita ed esausta» dalla decisione di Harry e Meghan di dimettersi da membri anziani della famiglia reale e trasferirsi negli Stati Uniti. Un estratto del libro, che è stato pubblicato su Vanity Fair, ha rivelato che la regina restò delusa anche dal fatto che Harry e Meghan non sono tornati nel Regno Unito ad agosto con Archie e Lilibet.

Regina Elisabetta, il primo ministro canadese Trudeau canta i Queen in hotel a Londra, pioggia di critiche: «Irrispettoso»

© RIPRODUZIONE RISERVATA