CORONAVIRUS

Coronavirus, la Catalogna trema: chiusi discoteche e pub. Il ministero: «Poco tempo per agire»

Sabato 25 Luglio 2020
Coronavirus, la Catalogna trema: chiusi discoteche e pub. Il ministero: «Poco tempo per agire

Catalogna, si intensifica l'emergenza coronavirus, con molte città che stanno facendo i conti con la seconda ondata di contagi (o comunque con una lunghissima coda della prima). A fare le spese di tutto questo saranno soprattutto i turisti che affollano comunque le località di mare celebri come Playa de Aro, Lloret de Mar, Tossa de Mar e Palamos. Il governo della Catalogna ha ordinato la chiusura di discoteche, locali notturni e pub. La nuova misura è entrata in vigore oggi e durerà almeno 15 giorni, riporta il quotidiano El Pais. Allo stesso tempo, la Generalitat ha ridotto le ore dei casinò e delle sale giochi, che da oggi rimarranno aperti solo fino a mezzanotte. Alla stessa ora chiuderanno anche i bar ed i ristoranti nei comuni in cui le misure restrittive sono già in vigore, come a Barcellona. «La logica è limitare la mobilità e abbiamo già insistito sul fatto che, in alcuni spazi, è più difficile mantenere misure precauzionali. La situazione in Catalogna è complicata e abbiamo poche opportunità e poco tempo per agire», ha spiegato il segretario alla Sanità, Josep Maria Argimon.
 


Sondaggi politici: Fdi vola al 18%, Lega e Pd in calo. Il ciclone Meloni sta cambiando (senza urlare) la destra

La Gran Bretagna ha deciso di imporre due settimane di quarantena ai cittadini che rientreranno dalla Spagna, dove nelle ultime settimane cìè stato un aumento di casi di coronavirus. Lo apprende il quotidiano Daily Telegraph da fonti del ministero dei Trasporti. Dalla mezzanotte di oggi, chiunque arriverà in Gran Bretagna dalla Spagna dovrà restare in isolamento per 14 giorni. Chi è rientrato negli ultimi giorni sarà sottoposto al test per il Covid-19.

I nuovi casi in Spagna

In Spagna sono stati confermati 922 nuovi casi di coronavirus, dopo che ieri ne erano stati segnalati 971. Lo riferisce il ministero della Sanità di Madrid, segnalando che il maggior numero di infezioni è stato registrato in Aragona (298), Catalogna (133) e Madrid (107). È così salito a 272.421 il totale delle persone contagiate in Spagna, tra i Paesi più colpiti dalla pandemia in Europa. Nell'ultima settimana, sono 327 le persone che hanno contratto il Covid-19 in Spagna e che hanno avuto bisogno del ricovero. Sono invece 28.432 le persone che hanno perso la vita in Spagna per complicanze legate all'infezione, tre in più rispetto a ieri.

Zanardi, notte tranquilla in ospedale a Milano: proseguono gli accertamenti

Ultimo aggiornamento: 19:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA