Bolletta da 20mila euro per le cure della figlia disabile, interviene Kate Winslet e la paga: «Qualcuno doveva farlo»

"Quando ho saputo dei soldi sono scoppiata a piangere, pensavo che non fosse nemmeno reale", ha detto la mamma

Kate Winslet paga la bolletta da 20mila euro di una mamma per le cure della figlia disabile: «Qualcuno doveva farlo»
2 Minuti di Lettura
Domenica 4 Dicembre 2022, 20:04 - Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre, 17:49

Kate Winslet dice di essere stata "assolutamente distrutta" dalla storia di una madre che è stata quasi costretta ad affidare il figlio disabile perché non poteva permettersi di pagare le bollette. L'attrice, 47 anni, ha dato a Carolynne Hunter 17.000 sterline per il sostegno vitale di sua figlia e ha detto oggi che i "poteri forti" devono "apportare cambiamenti che aiutino davvero queste persone". La signora Hunter, di Tillicoultry, è stata avvertita dal Clackmannanshire Council che il suo conto potrebbe aumentare da £ 6.500 a £ 17.000 l'anno prossimo. La figlia della signora Hunter, Freya, 12 anni, ha una grave paralisi cerebrale e fa affidamento sull'ossigeno per problemi respiratori cronici.

Bonus casa 2023, dal Superbonus 110% ai mobili: quali aiuti restano (e quali scadono a fine anno)

L'intervista

In un'intervista alla BBC con Laura Kuenssberg, la signora Winslet ha dichiarato: "La signora mi ha detto che avrebbe dovuto affidare sua figlia, che ha una grave paralisi cerebrale, perché non poteva permettersi le bollette dell'elettricità. Questa storia mi ha assolutamente distrutto".

La donazione

La signora Winslet ha affermato di essere stata in grado di rintracciare la signora Hunter per fare una donazione attraverso una pagina GoFundMe che la madre aveva creato. Il GoFundMe ora ha £ 37.100. La signora Winslet ha aggiunto: "Per me era semplicemente sbagliato che questa donna avrebbe sofferto e che avrebbe dovuto essere in qualche modo come una madre costretta a prendere una decisione così straziante perché semplicemente non aveva il supporto e non poteva pagare le bollette. Non potevo permettere che accadesse."

© RIPRODUZIONE RISERVATA