Nuova Zelanda, la prima poliziotta con il velo islamico

Mercoledì 18 Novembre 2020

Una foto pubblicata sul profilo ufficiale della polizia della Nuova Zelanda annuncia l'introduzione dell'hijab. Il tradizionale velo islamico fa la sua apparizione nella divisa degli agenti per incoraggiare le donne musulmane ad arruolarsi. La prima poliziotta a indossarlo è Constable Zeena Ali. Era stata proprio lei ad avver avviato il processo di cambiamento all'interno del corpo di sicurezza neozelandese, attivando un meccanismo che ha poi portato alla svolta epocale.  «Mi sono resa conto che ci vogliono più musulmane nella polizia», ha detto Ali che è nata alle Fiji, si è trasferita in Nuova Zelanda da bambina e ha deciso di diventare un agente dopo gli attentati di Christchurch, dove il suprematista bianco Brenton Tarrant massacrò 51 musulmani.

Palestina, la prima donna tassista nella Striscia di Gaza

Anche gli ufficiali di polizia hanno sottolineato l'importanza della scelta: «Vogliamo creare un ambiente inclusivo che rifletta la diversità del nostro Paese». Il parlamento uscito dalla vittoria a valanga alle ultime elezioni del partito laburista guidato dalla premier Jacinda Ardern è stato definito il più inclusivo al mondo per la presenza di donne, rappresentanti della comunià Lgbtq e minoranze. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA