Bonetti: «Nella legge di Bilancio sguardo su donne, famiglie e disabilità»

Martedì 17 Novembre 2020

«Prosegue il lavoro per la legge di bilancio, con lo sguardo alle donne, alle famiglie del nostro Paese, alle situazioni di fragilità». Lo scrive su Facebook la ministra della Famiglia Elena Bonetti, elencando alcune novità contenute nella legge di Bilancio. «Per le donne ho voluto inserire alcune delle proposte della Task Force Donne per un nuovo Rinascimento: lo strumento della decontribuzione del lavoro femminile, un esonero contributivo del 100% per le assunzioni di lavoratrici, e il Fondo Impresa femminile, con una dotazione iniziale di 20 milioni di euro l'anno per rafforzare l'attività e gli investimenti delle imprese femminili», scrive Bonetti. «Con Teresa Bellanova abbiamo anche inserito il rifinanziamento di Donne in campo, un incremento di 15 milioni di euro del fondo rotativo del MIPAAF per la concessione di mutui a tasso zero in favore dello sviluppo e coordinamento di aziende agricole guidate da imprenditrici - prosegue -. Per le famiglie, dal 1 luglio 2021 entra in vigore l'assegno unico e universale per tutti i figli. Per il 2021 incrementiamo il fondo di 3 miliardi, e dal 2022 di 5.5 miliardi. Sono inoltre confermati nel 2021 l'assegno di natalità, il bonus asilo nido e il bonus Mamma Domani. Come avevo anticipato, non ci sarà alcuna soluzione di continuità tra queste misure, oggi vigenti, e l'assegno».

«Incrementiamo le risorse del Fondo di solidarietà comunale per il potenziamento dei posti disponibili negli asili nido, proroghiamo il congedo di paternità di 7 giorni e sosteniamo la legge del Caregiver con 20 milioni. Vorrei qui sottolineare alcuni rifinanziamenti importanti: il Fondo non autosufficienze, 100 milioni di euro. Il Fondo assistenza disabilità grave prive di sostegno familiare, 20 milioni di euro. Il contributo alle scuole paritarie per gli studenti disabili, 20 milioni di euro. Guardiamo al nuovo anno insieme, per non lasciare indietro nessuno, perché è solo insieme che si riparte», conclude Bonetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA