Giudice domanda alla vittima: «Ha chiuso le gambe per evitare lo stupro?». E viene rimosso

Martedì 2 Giugno 2020

«Ha chiuso le gambe per evitare lo stupro. La domanda è stata posta dal giudice a una presunta vittima di violenza. John F. Russo Jr, della Corte Suprema del New Jersey, Usa, è stato rimosso dalla suo ruolo per condotta inappropriata. La frase, purtroppo, sembrerebbe essere solo l’ultimo esempio di un cattivo comportamento da parte dell’uomo di legge che, già in passato, aveva subito diversi richiami all’ordine. Secondo l'accusa il giudice, sfruttando la propria posizione, avrebbe più volte chiesto favori personali per i giudizi. Stuart Rabner, il giudice capo della Corte Suprema del New Jersey, ha così commentato la vicenda: «Ha minato l’integrità del potere giudiziario. Non è idoneo a ricoprire la carica. Le domande poste alla donna – continua Rabner – erano grossolane, irrilevanti, inappropriate e di cattivo gusto».

Era ai domiciliari per il Coronavirus, minaccia la moglie con un coltello: arrestato

Roma, la compagna lo invita a non bere alcolici lui la riempe di calci e pugni

La donna a cui il giudice ha posto le domande cercava di ottenere un ordine restrittivo nei confronti della padre della figlia di 5 anni, sostenendo che l’uomo l’avesse minacciata, aggredita e infine stuprata. Il giudice Russo ha però rigettato le richieste della donna affermando che la sua sola testimonianza non era credibile.

 

The New Jersey Supreme Court unanimously agreed that the judge, John F. Russo Jr., who served in Ocean County, should be removed from the bench “effective immediately.”https://t.co/vDexqKhwag

— Jade Walker (@jadewalker) June 1, 2020 >  

Ultimo aggiornamento: 4 Giugno, 13:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA