Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Germania, Lisel Heise a 101 anni si dimette dal Consiglio comunale: «E' stato divertente»

Germania, Lisel Heise a 101 anni si dimette dal Consiglio comunale: «E' stato divertente»
di Alessandra Spinelli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 11 Giugno 2020, 18:29

Un anno fa era riuscita a farsi eleggere nel consiglio comunale della sua città natale Kirchheimbolanden, 8.000 abitanti della Renania Palatinato, in Germania. La sua lista? “Wir für Kibo”, “Noi per Kibo”, dove Kibo è l’abbreviazione del lungo nome della cittadina nel distretto di Donnersberg. Il suo impegno? La riapertura dell’amata piscina all’aperto. Ma dopo un anno Lisel Heise ha detto stop e si è dimessa: «Non ha più senso se gli occhi e le orecchie sono logori. Ne hai bisogno negli affari - ha detto l’ex insegnante di ginnastica, 4 figli, ora nonna e bisnonna, all’agenzia di stampa della Dpa - È stato divertente, mi è piaciuto farlo. Ma a 101 anni non sei più nuovo». Già perché la signora Heise era la più anziana consigliera comunale al mondo. Sorriso aperto e capelli bianchi, uno spirito indomito, la sua elezione lo scorso anno quando aveva compiuto un secolo tondo tondo aveva fatto il giro del mondo. Il suo motto? «Se vuoi cambiare il mondo devi agire».

E lei, ammiratrice sfegatata di Obama, aveva agito soprattutto per protestare contro la chiusura della piscina comunale che era bloccata dal 2011. «Spesso quando prendevo la parola per perorare la mia causa mi accorgevo che il microfono era spento - ha raccontato alla Reuters -. Ma adesso che ho compiuto 100 anni sono in una posizione diversa. Ora ho la possibilità di aprire la bocca e di dire qualcosa». Ora confessa che a questo punto vorrebbe semplicemente fare qualcosa per i giovani: ammira dei giovani lo spirito ecologista sollevato dalla 16enne svedese Greta e dilagata nelle scuole di mezzo mondo mentre è delusissima dalla Brexit, che - dice - «non avrebbe nemmeno dovuto essere presa in considerazione».
Quanto alla sua ricetta per arrivare a cent’anni e più è semplice: «Vivete in modo sano quando avete vent’anni, fate tanto sport, mangiate bene e soprattutto allenate la vostra mente». Quanto alla pandemia del coronavirus, si rallegra che non sia stata toccata: «Da un punto di vista umanistico, potrebbe non essere così imbarazzante se le persone capiscono ciò che per loro è davvero importante. Per me non è stato difficile tanto restare isolata: avevo un telefono... e per noi che abbiamo fatto la guerra mondiale....» .

© RIPRODUZIONE RISERVATA