Brutte notizie per la parità, in campo scientifico il gap uomo-donna verrà colmato solo nel 2100

Lunedì 24 Giugno 2019 di Franca Giansoldati

Brutte notizie sul fronte della differenza di genere tra maschi e femmine applicata alle scienze informatiche. E' stato appena pubblicato un monumentale studio della Cornell University, scaricabile on line dal sito dell'ateneo  1906.07883?smid=nytcore-ios-share, in cui emerge che se continua l'attuale trend, la parità tra uomo e donna - in quanto autori di saggi riguardanti l'applicazione delle scienze computeristiche - non sarà raggiunta nemmeno alla fine di questo secolo. I quattro ricercatori che hanno passato a setaccio più di 2 milioni di file relativi al 2018, sono piuttosto pessimisti.

Lucy Lu Wang, Gabriel Stanovsky, Luca Weihs e Oren Etzioni hanno pochi dubbi. Se va avanti così, il gap si colmerà solo alla fine del 2100. In alternativa, però, ci sono buone notizie sul fronte della biomedicina visto che la parità in questo campo dovrebbe essere raggiunta nei prossimi 30 anni.

Il gender gap – il famoso gradino – è individuabile nel basso numero di donne che lavorano nel settore delle scienze informatiche. Sono poche le ricercatrici in tutti gli atenei e nelle grandi aziende tech e questo contribuisce ad accrescere il divario che riflette, in parte, anche il pregiudizio che le donne non siaono portate per questo settore. Le grandi aziende americane si stanno impegnando affinché all'interno delle loro strutture vi sia un clima favorevole alle ricercatrici e, più in generale, attento a che non si sviluppino molestie.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA