Simonetta Frau, morta la ragazza della foto simbolo dei movimenti che insanguinarono Roma nel '77

Lunedì 13 Gennaio 2020
2
Il suo volto seminascosto da un fazzoletto è diventato l'emblema del movimento studentesco negli anni bui della contestazione. Gli occhi vivaci e fieri, lo sguardo fermo, i capelli un po' spettinati. Quella ragazza che all'epoca dello scatto fotografico di Tano D'Amico non aveva che 22 anni, è scomparsa e diversi siti hanno voluto ricordare questa immagine iconica, simbolo di una generazione che avrebbe voluto cambiare politicamente il mondo.

Simonetta Frau dopo l'università divenne insegnante e dirigente del sindacato Unicobas, rimanendo sempre legata al mondo della sinistra più radicale. Era nata a Civitavecchia nel 1955. La sua scomparsa è avvenuta il 29 dicembre ma la sua notizia ha iniziato a circolare solo di recente su vari siti web.

Tano d'Amico è il grande fotografo che ha immortalato questa icona, assieme ad altri scatti entrati a far parte delle immagini più simboliche di quel periodo, come la celebre foto del poliziotto in borghese che punta la pistola contro i manifestanti, durante gli scontri in cui fu uccisa la studentessa Giorgiana Masi. 

  Ultimo aggiornamento: 14 Gennaio, 08:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA