Il Mof presenta il suo progetto per il riciclo al Macfrut

Il Mof presenta il suo progetto per il riciclo al Macfrut
di Mirko Macaro
2 Minuti di Lettura
Lunedì 9 Maggio 2022, 11:21

Intenzionato a diventare sempre più green, il Mof guarda all'economia circolare. E torna dall'ultima fiera internazionale, il Macfrut di Rimini, che in quest'edizione ha fatto contare quasi 40mila presenze, con un'ulteriore idea per continuare ad abbattere l'inquinamento ambientale derivante dalle proprie attività. Quale? L'adozione di un sistema closed loop in grado di trasformare da potenziale rifiuto a risorsa, tramite riciclo, le cassette e i pallet in plastica ormai alla fine del ciclo vitale.

Una soluzione adottata dal Conip, il Consorzio nazionale imballaggi in plastica, tra l'altro presieduto da un fondano, Domenico D'Aniello, e illustrata ai rappresentanti dei più importanti mercati ortofrutticoli italiani nel corso di una conferenza tenutasi durante l'appuntamento riminese. Fra i presenti, che oltre alla relazione di D'Aniello hanno ascoltato quelle del vicepresidente Giovanni Buttafuoco e del direttore Fabiola Mosca, c'erano anche i componenti della delegazione del Gigante verde di Fondi, guidata dall'ad Enzo Addessi, che al termine ha definito «eccellente» il sistema firmato Conip. Ma dal Mof non si sono limitati ai soli complimenti. Insieme a Nadia di Crocco, presidente del Consorzio Agrofondi, che raccoglie tutti gli operatori del mercato della Piana, l'ad di viale Piemonte ha manifestato il chiaro interesse all'impiego della soluzione all'insegna dell'economia circolare anche a certe latitudini.

«Le attività già separano gli imballi destinati a fine vita e li accumulano in un'isola ecologica appositamente realizzata nella struttura per poi consegnarli agli smaltitori certificati», ha ricordato Addessi. «Con questa procedura la quota di differenziazione di tutti i rifiuti raggiunge il 95%. Questa iniziativa - ha proseguito - si innesterebbe rapidamente nel nostro mercato ed è indubbiamente encomiabile soprattutto se riuscisse a semplificare la vita all'operatore che deve smaltire l'imballo. Questo per noi sarebbe una ulteriore forma di contributo al contenimento dell'inquinamento ambientale. Fondi è a disposizione di questo sistema».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA