Dopo due anni di stop torna la tre giorni del "Pecoraduno"

Dopo due anni di stop torna la tre giorni del "Pecoraduno"
di Laura Alteri
2 Minuti di Lettura
Martedì 17 Maggio 2022, 12:25 - Ultimo aggiornamento: 12:41

È ufficiale: dopo due anni di stop forzato a causa del Covid, torna finalmente l'attesissimo Pecoraduno di Campoleone. Quest'anno la festa è stata spostata in zona Malcavallo, poiché nel campo sportivo di Campoleone sono in corso dei lavori. Il 17, 18 e 19 giugno saranno tre giorni di grande festa, con stand enogastronomici ispirati alla tradizione sarda e abruzzese delle famiglie di Campoleone, iniziative per bambini, un raduno di Vespe da tutta Italia e soprattutto tanta musica live. «Il Covid ha bloccato tutto per due anni. Finalmente si torna alla normalità e noi vogliamo ripartire dalle piccole cose, dalle nostre tradizioni spiegano gli organizzatori del Pecoraduno. Ogni anno il Pecoraduno avvicina tante generazioni diverse, anziani e giovanissimi.  Anche quest'anno ci sono tantissimi giovani di Campoleone che si sono uniti a noi per organizzare l'evento», spiegano dal direttivo del Pecoraduno.

Il Pecoraduno nasce nel 2007 proprio da un'idea di alcuni giovani amici del posto: visto l'enorme e inaspettato successo però, si è deciso di estendere l'iniziativa a tutta la comunità di Aprilia e dintorni. «C'è tanta voglia di divertirsi e noi abbiamo deciso di fare le cose in grande, con un programma musicale di tutto rispetto».

Nel dettaglio il programma prevede: venerdì 17 giugno Gli Ultimi in concerto, Underball in apertura; sabato 18 giugno live dei Meganoidi; domenica 19 giugno The Reggae Circus di Adriano Bono, I Fii de Niciuno in apertura. Inoltre domenica, di giorno, si terrà il raduno nazionale di Vespe e iniziative di animazione per bambini.

«Non potevamo non replicare il successo del 2019. Anche quest'anno ci aspettiamo di vedere arrivare tantissima gente, anche dei comuni nei dintorni. Tutti insieme per tre giorni di puro divertimento», concludono gli organizzatori. Ogni sera possibilità di cenare con pecora alla brace, pecora in umido, arrosticini e altri prodotti tipici; la domenica stand aperti anche a pranzo. Aggiornamenti sulla pagina del Pecoraduno https://www.facebook.com/Pecoraduno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA