MASCHERINE

Mascherine, perquisizioni in azienda Pivetti: nel mirino fatture e documentazione

Giovedì 30 Aprile 2020
Mascherine, perquisizioni in azienda Pivetti: nel mirino fatture e documentazione

Perquisizioni nell'azienda di Irene Pivetti. Oggi pomeriggio i militari della Guardia di Finanza di Savona, su mandato della Procura della Repubblica, hanno eseguito perquisizioni presso gli uffici della Only Italia Logistic, azienda finita al centro di una inchiesta della Procura savonese per l'importazione di mascherine contraffatte e che vede indagata anche Irene Pivetti, amministratore delegato della società. Nel mirino delle Fiamme Gialle fatture e documentazione relativa alle operazioni di importazione e commercializzazione delle mascherine, già sequestrate. 

LEGGI ANCHE --> Coronavirus, Regione allenta divieti: sì a jogging, seconde case, pulizia cani, pesca e pasti take away

Alla ex presidente della Camera sono state notificate informazioni di garanzia per ricettazione, frode nell'esercizio del commercio, vendita di cose con impronte contraffatte e violazioni alla legge doganale. «Si tratta di ipotesi di reato - spiega il Procuratore Ubaldo Pelosi - su cui sono necessari doverosi approfondimenti investigativi, con le previste garanzie di legge, mediante l'esame e la verifica della documentazione acquisita. La finalità dei provvedimenti mira a ricostruire la provenienza della merce, la completezza della documentazione, la sua destinazione sul mercato ed ogni fatto di interesse investigativo». 

Sulla vicenda che coinvolge la società Only Logistics Italia, amministrata dall'ex presidente della Camera, Irene Pivetti, anche la Corte dei Conti del Lazio ha avviato un procedimento per verificare l'eventuale esistenza di profili di sua competenza. Sul caso delle mascherine chirurgiche importate dalla Cina, nell'ambito dell'emergenza coronavirus, sono state aperte indagini dalle procure di Roma, Siracusa e Savona. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA