Lecce, lascia la moglie e i cognati lo prendono a martellate in testa: è grave un uomo di 36 anni

Sabato 24 Ottobre 2020
Lecce, lascia la moglie e i cognati lo prendono a martellate in testa: è grave un uomo di 36 anni

Quando si dice, scappo dal matrimonio. Una "fuga" finita male, però. E' successo ad un uomo salentino, che ha provato a separarsi dalla moglie ma i due cognati lo hanno rintracciato e preso a martellate in testa, spedendolo direttamente all'ospedale in codice rosso. La storia è quella di una giovane marito di 36 anni, residente a Campi salentina, che ora è ricoverato in prognosi riservata al Vito Fazzi di Lecce in seguito ad una aggressione subita in casa da due fratelli della moglie dalla quale si era separato da pochi giorni.

Uccide di botte la moglie durante il banchetto di nozze, credeva che stesse flirtando con uno degli ospiti

Pescara, tenta di uccidere la moglie malata con una statuetta: «Soffriva troppo»

I due sono stati arrestati con l'accusa di tentativo di omicidio. A dare l'allarme al 112 ieri sera la madre dell'uomo. La donna ha riferito ai carabinieri che i due fratelli della moglie dopo aver divelto la porta d'ingresso dell'abitazione, lo avrebbero aggredito picchiandolo violentemente alla testa anche con un martello. Le condizioni della vittima sono gravi. Sarà trasferito all'ospedale di Acquaviva delle Fonti per essere operato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA