ANGELO BORRELLI

Borrelli malato, «ha sintomi febbrili», confermata conferenza stampa alle 18

Mercoledì 25 Marzo 2020
Borrelli malato, «ha sintomi febbrili»: annullata la conferenza stampa delle 18

Angelo Borrelli è malato, «ha sintomi febbrili». Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli ha accusato questa mattina sintomi febbrili mentre era in corso il comitato operativo. Secondo quanto si apprende, al commissario Borrelli è stato fatto un nuovo tampone per il coronavirus dopo quello negativo di qualche giorno fa e si attende l'esito dell'esame. Intanto, la conferenza stampa prevista per le 18 è stata annullata.

Coronavirus, ulteriori tagli a servizi ferroviari. Solo 8 Frecce e 2 Italo

Confermata conferenza stampa alle 18. «Al fine di garantire una continua e puntuale informazione rispetto all'emergenza Coronavirus, contrariamente a quanto comunicato in precedenza, si terrà presso la sede della Protezione Civile in Via Vitorchiano 2 a Roma, una conferenza stampa di aggiornamento sulle attività del sistema di protezione civile. Alla conferenza stampa interverrà l'ing. Luigi D'Angelo, Direttore Operativo del Dipartimento della Protezione Civile». Lo rende noto il Dipartimento, con una nota.

Coronavirus, Fontana: «Ordinanza lombarda in vigore almeno 10 giorni»
 

 

«Sintomi febbrili»

Borrelli, afferma una nota del Dipartimento della Protezione Civile, dopo aver accusato i sintomi febbrili ha lasciato immediatamente la sede del Dipartimento in via Vitorchiano. «A causa di questa lieve indisposizione - si legge ancora - a partire da oggi e fino a data da destinarsi la quotidiana conferenza stampa sull'emergenza coronavirus delle ore 18 è sospesa».

Il Dipartimento «continuerà a garantire la massima operatività e, anche per il tramite dell'Ufficio Stampa, a diffondere le informazioni disponibili sull'emergenza in atto». L'aggiornamento dei dati verrà fatto con un comunicato stampa che verrà diffuso alle 18.

 

 

 
  

Ultimo aggiornamento: 18:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani