Carminati in aula, scontro con il suo ex difensore: «Sarei rimasto in carcere a marcire»

Lunedì 22 Giugno 2020
1
​Carminati in aula, scontro con il suo ex difensore: «Sarei rimasto in carcere a marcire»

Massimo Carminati in aula in tribunale. Si è scontrato verbalmente con il suo ex difensore: «Sarei rimasto in carcere a marcire». Scontro dunque tra Carminati e il suo ex difensore Giosuè Bruno Naso, in una pausa dell'udienza in cui l'ex Nar è imputato assieme ad altre 15 persone. «Se fosse stato per te sarei marcito in galera», ha detto Carminati, tornato libero per decorrenza termini dopo 5 anni e 7 mesi di carcere preventivo. Il penalista ha quindi ribattuto: «Devi ringraziare Pignatone e De Cataldo altrimenti saresti rimasto il semplice ladro che eri».

LEGGI ANCHE --> Carminati, resta ai domiciliari il vice. Il legale: stessa posizione, sentenza opposta

L'ex Nar, Massimo Carminati è presente in tribunale oggi a Roma per prendere parte ad una udienza di uno dei filoni dell'inchiesta Mondo di Mezzo. Jeans e maglietta color verde militare, Carminati, scarcerato la scorsa settimana per decorrenza termini dopo avere trascorso in carcere preventivo 5 anni e 7 mesi, è imputato davanti alla seconda sezione per il reato di usura assieme a Riccardo Brugia, Roberto Lacopo e Fabio Gaudenzi, tutte persone coinvolte già nel procedimento principale. In questo filone sono complessivamente imputate 16 persone.

 

Ultimo aggiornamento: 17:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA