ROMA

Roma, aereo cade nel Tevere durante lezione di volo. Allievo disperso, salvo istruttore: «Non mi ha più risposto»

Lunedì 25 Maggio 2020 di Marco De Risi
1
Roma, aereo precipita nel Tevere: salvo un passeggero, l'altro è disperso

Un piccolo aereo biposto Diamond Da 20, si è inabissato nel Tevere, a Roma. A lanciare l'allarme è stato l'Enav che ha segnalato la scomparsa del velivolo della scuola di volo UrbeAero decollato dall'aeroporto dell'Urbe. Polizia e carabinieri con gli elicotteri hanno rintracciato i rottami dell'aereo di solito utilizzato dalle scuole di volo e per diporto. 

LE FOTO: ecco il modello di aereo dell'incidente

L'istruttore, Vito Gianandrea, 30 anni, pilota Ryanair, ha tentato disperatamente di ammarare sulle acque del Tevere forse per una "piantata" del motore:  è stato soccorso nel fiume e trasportato da un elicottero del 118, ora è ricoverato al policlinico Gemelli, non è in pericolo di vita. Dell'allievo di 23 anni ancora non c'è traccia. Le ricerche, nei pressi di via Vitorchiano, sono frenetiche anche da parte di due squadre dei vigili del fuoco.

 

LEGGI ANCHE Ultraleggero urta i cavi dell'alta tensione e precipita a Santa Severa
LEGGI ANCHE «Fratelli' ho preso il muro»: nei guai l'autore del video, fermato dai vigili

Sul piccolo monomotore da 115 cavalli con elica bipala ed ala bassa (immatricolato nell'ottobre 2019 con la sigla I-DADL) c'erano un pilota istruttore e un allievo. L'istruttore che si è salvato ha raccontato che l'aereo è precipitato a pochi metri dall'aeroporto. Ha percorso diversi metri nell'acqua fangosa prima di essere soccorso. 

«Ho chiamato il mio compagno - ha detto ai soccorritori Vito Gianandrea - ma non ho più sentito la sua voce». L'istruttore ha raccontato anche di aver avuto problemi al motore e per questo ha provato una manovra estrema di ammaraggio. «Sono riuscito a sganciare la cintura di sicurezza e sono uscito dall'abitacolo, ho combattuto per liberare anche il mio allievo, ho tentato fino all'ultimo ma non ci sono riuscito». L'allievo potrebbe essere rimasto incastrato nel velivolo. 

L'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha aperto l'inchiesta di sicurezza di competenza sull'incidente di questo pomeriggio a Roma. L'Ansv ha inviato un proprio investigatore sul posto. 

«L'aereo che oggi alle ore 15.08 è caduto nel Fiume Tevere a Roma era decollato dall'Aeroporto dell'Urbe alle ore 14.55, e scomparso dopo aver fatto 2 touch and go. L'allievo, ancora disperso, ha all'attivo 41 missioni di volo che per legge consentono già di volare in autonomia sotto supervisione». È quanto afferma in una nota la Scuola Urbe Aero in relazione all'incidente avvenuto oggi a Roma. «L'istruttore, Gianandrea Cito, è primo ufficiale Ryanair da due anni, nonché uno degli istruttori qualificati della Scuola Urbe Aero. Il velivolo, in dotazione alla Scuola Urbe Aero è un Diamond Aircraft DA20-C1 e aveva ancora poche ore di volo (circa 1.080). Scuola Urbe Aero è a disposizione della famiglia del ragazzo, dell'Ansv e delle autorità competenti per fornire ogni elemento utile all'inchiesta che è stata aperta», conclude la nota.
 


Di questi velivoli assai maneggevoli e sicuri ne sono caduti uno l'anno scorso nelle Marche uno in Liguria. Quello caduto nel Tevere ha pochissime ore di volo ed è equipaggiato con avionica all'avanguardia (G500  in questo caso) anche per poter svolgere il ruolo di aereo scuola. Progettato in Canada nel 1994, il DA20-C1 è usato anche da forze armate come quelle della Colombia.  
 
 

 

Ultimo aggiornamento: 21:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA