GRETA THUNBERG

Piero Pelù, anche un “duetto” con Greta Thunberg nel suo ultimo lavoro “Pugili Fragili” in uscita il 21 febbraio

Giovedì 20 Febbraio 2020
Dalla plastica alle spiagge, Piero Pelù è sempre più ambientalista. Contiene anche un insolito duetto con Greta Thunberg, che ha autorizzato l'utilizzo di un suo intervento, Pugili Fragili, il ventesimo lavoro dell'artista fiorentino (compresi quelli dei Litfiba) che uscirà il 21 febbraio in versione cd, vinile e su tutte e piattaforme digitali. Così Pelù celebra i suoi 40 anni di musica e rafforza il suo impegno a favore dell'aambiente, ma tocca anche altri argomenti: le infanzie negate, la violenza sulle donne, la paura del diverso. Eterogenee le collaborazioni: oltre a Greta Thunberg, Francesco Sarcina, Andrea Appino, Luca Chiaravalli, Davide Simonetta. Dieci le tracce: tra queste Gigante, il brano presentato a Sanremo, Cuore matto, che il rocker ha eseguito nella sezione cover all'Ariston, e Picnic all'inferno, con l'intervento della giovane ambientalista svedese.

Il disco rappresenta una sintesi del percorso umano e artistico di Piero Pelù e vi trovano spazio tutti i generi musicali frequentati dal front man dei Litfiba: rock, cantautorato, blues, metal, grunge, gospel ed elettronica. Dopo l'uscita del disco il rocker sarà impegnato a promuoverlo in un instore tour in numerose città italiane. Il 3 luglio partirà il tour estivo
Pugili fragili live 2020. Compatibilmente con gli impegni del tour, Pelù porterà avanti il suo Clean beach tour, il progetto organizzato da Legambiente per sottrarre plastiche e microplastiche dall'ambiente. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani