Ciampi, i medici: intervento riuscito, niente complicazioni, siamo fiduciosi

Domenica 13 Luglio 2014
Carlo Azeglio Ciampi

ęAlle ore 14 di oggi Carlo Azeglio Ciampi Ť stato sottoposto a un intervento di appendicectomia. L'intervento Ť durato circa un'ora e si Ť svolto senza complicazioni. Al termine dell'intervento √® tornato in terapia intensiva in condizioni stabili¬Ľ: √® quanto si legge nel bollettino medico emesso oggi pomeriggio dall'azienda sanitaria dell'Alto Adige. ¬ęIn considerazione dell'et√† e delle patologie associate la prognosi rimane riservata. Un prossimo comunicato stampa √® previsto per domani¬Ľ.

L'annuncio dell'intervento. ¬ęCarlo Azeglio Ciampi, √® stato sottoposto a ulteriori accertamenti - avevano annunciato in mattinata i medici in un bollettino emesso alle 12.40 - Alla luce di questi ultimi e di un peggioramento del quadro clinico generale, si √® convenuto di sottoporlo a un intervento chirurgico di appendicectomia¬Ľ.

¬ęL'intervento verr√† effettuato dal primario della chirurgia generale, dottor Federico Martin e dalla sua equipe¬Ľ specifica il bollettino dell'Azienda sanitaria altoatesina, a firma del direttore del Comprensorio di Bolzano, Umberto Tait.

Il direttore sanitario: sono fiducioso. Ciampi, che compir√† 94 anni il prossimo 9 dicembre, √® ricoverato all'ospedale San Maurizio di Bolzano da venerd√¨, in seguito a un malore accusato mentre si trovava in vacanza a Siusi, in Alto Adige. ¬ęSono fiducioso, ma non posso dire niente. Arriver√† un comunicato¬Ľ ha detto il dottor Tait ai giornalisti in attesa di fronte all'ospedale.

I precedenti malesseri. Come si ricorderà, Ciampi ha sofferto a lungo di ipotensione arteriosa con improvvisi mancamenti. Preoccupanti furono due episodi, nel novembre 2003 quando stava per incontrare Bush alla Casa Bianca, e poi nella primavera del 2004 quando si trovava negli appartamenti del Quirinale e cadendo si ruppe la clavicola. Data la frequenza di questi malori al presidente nel 2004 è stato impiantato un pacemaker.

Gli auguri di Napolitano. Quando due giorni fa la notizia del ricovero √® rimbalzata a Roma, l'amico di sempre, Giorgio Napolitano, si √® subito informato delle sue condizioni, seguendone l'evoluzione, con ¬ęl'affettuoso augurio di pronto ristabilimento¬Ľ. E' proprio con Napolitano che Ciampi ha avuto un incontro nel febbraio scorso (a palazzo Giustiniani) facendosi rivedere in pubblico dopo tanto tempo (era il 10 febbraio e, al termine della cerimonia del giorno del ricordo, dedicato alla tragedia delle foibe, il presidente Napolitano si √® intrattenuto a colloquio con Ciampi).

Ciampi, che dopo il settennato si è chiuso nel riserbo insieme alla moglie, la signora Franca, ha però continuato a seguire il dibattito politico e di recente ha detto la sua anche sulla riforma del Senato che in questi giorni ha avuto il primo sì della commissione di palazzo Madama.

In una intervista al Messaggero dell'aprile scorso, si √® schierato in modo netto a favore della riforma renziana: ¬ęBisogna superare inutili duplicazioni e quindi dire basta al bicameralismo perfetto¬Ľ, ha sentenziato Ciampi, condividendo ¬ęl'esigenza di una riforma che faccia del Senato una sede di riflessione e di collegamento tra l'interesse nazionale e le autonomie territoriali¬Ľ.

Ultimo aggiornamento: 14 Luglio, 16:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani