Il pari con la Juve Stabia complica la corsa per la A, Nesta: «Confusi e affaticati, eravamo stanchi»

Martedì 14 Luglio 2020 di Alessandro Biagi
Alessandro Nesta
 Un pari che non serve né alla classifica né al morale: «Eravamo forse più stanchi rispetto alle altre partite, abbiamo perso per questo match sei giocatori e tanti hanno dovuto rigiocare ed abbiamo sentito questo. In qualche situazione abbiamo fatto confusione e fatta fatica». ha dichiarato Nesta a fine gara. 

Tanti errori anche degli arbitri ed il risultato è che ora il Frosinone dovrà sudarsi, e non poco, anche il semplice accesso ai playoff: «Quello sicuramente, dobbiamo sudarci tutto. Sembra di essere nel calcio d'agosto con rendimenti altalenanti ed ecco che escono risultati, anche in serie A, molto strani. Oggi è andata così, l’abbiamo raddrizzata subendo due gol, uno ce lo siamo fatto da soli e l'altro su calcio piazzato e le loro occasioni le abbiamo create un po noi».

Cosa preoccupa di più Nesta in vista delle ultime gare? «Dobbiamo fare qualche gol in più sicuramente». Due gol evitabili quelli presi, che Nesta si spiega così: «Sono stati dovuti un po anche alla stanchezza e poi Calò ha messo una gran palla nel secondo gol».

C’è stata comunque una involuzione della tenuta difensiva: «Abbiamo giocatori fisicamente più grossi come struttura che faticano un po di più a tornare in forma, ma lo faranno».

Ai microfoni dell’ufficio stampa del Frosinone ha parlato anche Nicolò Brighenti, autore del primo gol canarino: «E’ stata una partita combattuta, c’è rammarico per non aver vinto ma non c’è tempo per recriminare, si rigioca subito e dobbiamo farlo per conquistare i tre punti».

Cosa penalizza di più il Frosinone in questa fase? «Chiaro che in questo momento nessuno ci può dar credito, ma noi andiamo avanti per la nostra strada perché sappiamo che possiamo far bene. L’atteggiamento è quello giusto, sta mancando solo il risultato». Ora si va a Pescara: »Ci aspetta un’altra battaglia contro una squadra che ha bisogno di punti come noi», conclude il difensore canarino. Ultimo aggiornamento: 00:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA