Maxi furto nella sede del Consorzio di bonifica, ladri in azione a Pontecorvo

Maxi furto nella sede del Consorzio di bonifica, ladri in azione a Pontecorvo
di Vincenzo Caramadre
3 Minuti di Lettura
Sabato 8 Gennaio 2022, 10:13 - Ultimo aggiornamento: 12:20

Furto alla sede di Pontecorvo del Consorzio di bonifica Valle del Liri. È successo all’alba di ieri, quando una banda di malviventi ha fatto irruzione nei locali operativi di via Ravano. 

Qui i ladri hanno agito indisturbati per diverso tempo, mettendo nel sacco costosi arnesi da lavoro che i dipendenti del Consorzio utilizzano per la manutenzione e la gestione degli impianti irrigui. In particolare sono stati portati via decespugliatori, demolitori, trapani, motoseghe e altri oggetti da lavoro, compresi diversi pacchi di guanti. Il totale del bottino è ancora in via di quantificazione, ma supererebbe le 10mila euro. I malviventi hanno forzato tutte le porte che si sono trovati di fronte e, non contenti, hanno aperto, danneggiandole, anche le due automobili di proprietà del consorzio, dove all’interno sono stati asportati piccoli oggetti. 

A scoprire il tutto è stato uno dei dipendenti addetti alla manutenzione che ieri mattina si è recato nella sede di via Ravano per il normale turno di lavoro, ma trovatosi di fronte all’insolita scena ha immediatamente lanciato l’allarme ai carabinieri della compagnia di Pontecorvo. Sul posto si è recata una pattuglia in servizio notturno, appartenente alla stazione di Ausonia, per gli accertamenti del caso, mentre nel pomeriggio di ieri è stata formalizzata la denuncia in caserma. La struttura dove si è consumato il furto è provvista di telecamere per cui proprio i circuiti chiusi installati per garantire la sicurezza potrebbero aver ripreso le scene del furto. Ed è proprio su questo versante che lavorano i carabinieri che conducono le indagini. 

Ora la direzione del Consorzio dovrà rendere nuovamente operativa la sede di Pontecorvo con l’acquisto o il trasferimento da altre sedi del materiale che è stato rubato. Non è la prima volta che sedi decentrare e operative dell‘ente consortile vengono prese di mira dai ladri. Lo scorso primo maggio era stato sventato un colpo ai danni di un impianto di sollevamento per il pompaggio dell'acqua nella rete idrica in via Appia a Cassino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA