Il Cassino piega il Lanusei 3-0 ed è salvo: festa dopo una stagione complicata

Il Cassino piega il Lanusei 3-0 ed è salvo: festa dopo una stagione complicata
di Antonio Tortolano
3 Minuti di Lettura
Giovedì 26 Maggio 2022, 13:10 - Ultimo aggiornamento: 27 Maggio, 13:20


Il Cassino batte con un netto 3-0, con reti di Darboe, Manoni e Gaeta, il Lanusei e conquista la salvezza. Grazie alla vittoria di ieri gli azzurri evitano i playout condannando invece i sardi alla retrocessione in Eccellenza. Con i 38 punti conquistati, la squadra di Carcione mette in cassaforte la permanenza in serie D e parteciperà così per il sesto anno consecutivo al campionato nazionale dilettanti.

Aver evitato i playout fa tirare un grosso sospiro di sollievo agli azzurri che hanno attraversato una stagione a dir poco complicata e fino a qualche settimana fa sembrava quasi impossibile evitare gli spareggi. E invece grazie a una buona parte finale di torneo, Darboe e compagni ieri a fine gara hanno potuto festeggiare un traguardo non scontato.

A inizio partita, quando sono trascorsi quattro giri di lancette, brivido per gli azzurri con Gaetani che si presenta a tu per tu con Della Pietra, ma è bravo il portiere cassinate a respingere il tiro del giocatore sardo. La squadra di Carcione prova a spingere sull’acceleratore alla ricerca della rete del vantaggio, Manoni è instancabile e crea spesso apprensione nella retroguardia ospite. Il Cassino sblocca il risultato al minuto 28. Darboe viene ben imbeccato in area da una grande giocata di Cavaliere e con un preciso colpo di testa spedisce la palla all’angolino alla sinistra del portiere sardo. Al 40’ si fa male Tomassi, problemi muscolari per il difensore azzurro, al suo posto entra Raucci. Allo scadere della prima frazione Della Pietra si supera su un colpo di testa di Fernandez negando il pareggio.

Nella ripresa dopo nove minuti il Cassino si procura un calcio di rigore. Gaeta viene servito in verticale da Orlando, sull’attaccante azzurro piomba Carubini che lo ferma fallosamente in piena area. Dal dischetto Manoni non sbaglia realizzando il 2-0. Il Lanusei prova a reagire e a giocarsi il tutto per tutto, ma le avanzate degli ogliastrini sono spesso confuse e la difesa azzurra controlla senza particolari affanni. Passano i minuti e il Cassino vede avvicinarsi la salvezza. In pieno recupero c’è tempo anche per la terza rete. La difesa sarda commette una leggerezza, ne approfitta Gaeta che realizza l’ultima rete della stagione. Finisce con la festa del Cassino e con la delusione dei giocatori sardi, che retrocedono in Eccellenza. Gli azzurri festeggiano invece con i tifosi, la grande paura è ora solo un ricordo. Festa negli spogliatoi e raggianti sono il tecnico Carcione, il presidente Nicandro Rossi e il vice Andrea Balsamo. «Una salvezza meritata – dice Carcione - che premia l’impegno della squadra e gli sforzi della società nel portare avanti un campionato lungo e difficile».

LE FORMAZIONI
Cassino: Della Pietra, Tomassi (40’ Raucci), Maciariello (59’ Picascia), Orlando, Fusco, Avella, Darboe (81’ Della Corte), Bernardini, Gaeta, Manoni (89’ Mazzaroppi), Cavaliere (50’ Cocorocchio). A disp.: Papa, Lombardo, Evangelista, Bianchi. All. Carcione
Lanusei: Sottoriva, Macri (66’ Masia), Pischedda, Di Lollo (93’ Petruccelli), Carubini (57’ Tozzo), Manca, D’Alessandris, Petruccelli, Fernandez, Gaetani, Ciotoli. A disp.: Benvenuti, Lazzazzera, Loddo, Arras, Stochino, Sakho. All. Biagioni.
Arbitro: Manedo di Prato.
Reti: 28’ Darboe, 56’ Manoni (rig), 94’ Gaeta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA