Conca di Sora, dopo le proteste l’annuncio dei sindaci: «La Regione bloccherà gli aumenti»

Conca di Sora, dopo le proteste l’annuncio dei sindaci: «La Regione bloccherà gli aumenti»
3 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Luglio 2021, 09:55

Consorzio di bonifica Conca di Sora: la Regione annullerà gli aumenti tariffari. Ad annunciarlo sono stati, in una nota congiunta, i sindaci dei centri che ricadono nel perimetro dell’ente consortile. I primi cittadini parlano di «primo risultato ottenuto» dopo il lavoro portato avanti «in collaborazione con i consiglieri regionali della provincia di Frosinone». La decisione è arrivata ieri, al termine di una riunione indetta dalla Regione «a seguito - si spiega nella nota - della richiesta di intervento avanzata dai sindaci sulle problematiche legate agli aumenti delle bollette che hanno causato numerose proteste da parte dei cittadini». Da qui l’annuncio dei primi cittadini: «La Regione interverrà sul tema, neutralizzando gli incrementi tariffari attraverso apposito provvedimento, a seguito del quale, si comunicheranno, in collaborazione con la Conca, le indicazioni sulle modalità di rimborso per chi ha già provveduto ad effettuare il pagamento».


CONSIGLIO A ISOLA DEL LIRI

Solo l’altro ieri c’era stato uno scontro in Consiglio comunale, a Isola del Liri, tra maggioranza e opposizione. Era stato il gruppo “Un’Altra Isola” a chiedere di poter tornare a discutere e prendere posizione in sede istituzionale proprio sulla complessa vicenda legata al Consorzio che è letteralmente esplosa fra i cittadini di tutto il Sorano dal momento del recapito di bollette in molti casi vertiginose, determinate dall’applicazione da parte del Consorzio dell’aggiornamento delle tariffe. I consiglieri comunali Diego Mancini, Mauro Tomaselli, Debora Bovenga, Gianni Scala e Antonella Di Pucchio hanno presentato una mozione per chiedere la sospensione immediata delle bollette per l’anno 2021, il ripristino della situazione antecedente all’anno 2018, con l’applicazione delle tariffe del 2018; la facoltà per i cittadini consorziati di distacco dell’utenza irrigua, senza il pagamento di nessuna penale, considerando che gli esosi tributi applicati dal Consorzio di bonifica, soprattutto in questo difficile momento determinato dal Covid, sono da ritenere inaccettabili. Nel contempo i cinque amministratori chiedevano al Consiglio di deliberare l’uscita dal perimetro di contribuenza e la non adesione del Comune di Isola del Liri al perimetro consortile del costituendo consorzio di bonifica Lazio Sud-Est. Una lunga disamina della questione ha caratterizzato gran parte della seduta che ha visto per l’ennesima volta l’abbandono dell’aula da parte dei consiglieri d’opposizione una volta di fronte alla controproposta – sotto forma di ordine del giorno – della maggioranza Quadrini e alla bocciatura della mozione.

«Il sindaco di Isola del Liri - ha spiegato ieri il consigliere Mauro Tomaselli – è per “mantenere la Conca”. La maggioranza ha votato contro la nostra proposta». «Stiamo cercando di portare avanti una politica diversa – ha spiegato il sindaco Quadrini in aula –. Riteniamo che la Conca sia un ente serio e utile. Stiamo lavorando a tutela dei cittadini».

Ir. Mi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA