Ferentino, professori no vax: uno dei cinque entra dopo il tampone. Gli altri ora rischiano la sospensione

L'Itis "Don Morosini" di Ferentino
di Emilano Papillo
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 15 Settembre 2021, 13:24 - Ultimo aggiornamento: 13:30

Nuovo colpo di scena per quanto riguarda la vicenda dei cinque insegnanti dell'Itis Don Morosini di Ferentino vicini alle posizioni dei no vax e contrari al Green pass. Ieri in tarda mattinata uno dei cinque, quattro donne e un uomo, docenti di matematica, chimica ed inglese e da anni all'Itis, ha mollato almeno momentaneamente la protesta esibendo il tampone risultato negativo al Covid-19 ed è entrato a scuola, svolgendo regolarmente lezione.

Gli altri quattro, invece, pur recandosi a scuola sulla via Casilina, non hanno esibito né il Green pass né il tampone negativo e sono stati allontanati. Ieri era l'ultimo giorno utile per i cinque docenti per presentare il Green pass o il tampone anti Covid 19 negativo per entrare a scuola.

Green pass, 70 “No vax” scioperano: e la scuola di Savona resta chiusa (già) il primo giorno

Il decreto legislativo dello scorso agosto prevede, infatti, l'obbligo di Green pass o tampone negativo entro i cinque giorni dalla prima assenza senza giustificato motivo. Passati i cinque giorni c'è la sospensione dal lavoro senza stipendio. È la misura che rischiano i quattro docenti no Green pass dell'Itis Don Morosini di Ferentino, obbligati oggi a portare il pass verde o il tampone con esito negativo. Altrimenti scatta la sospensione.

I quattro, almeno stando alle dichiarazioni fornite ai colleghi ed al personale scolastico, non hanno nessuna intenzione di vaccinarsi. Sono convinti di avere ragione e di non avere l'obbligo del Green pass.

Vaccino, un ragazzo su tre è ancora senza. Boom in Lombardia, pochi in Sicilia

Nei giorni scorsi per giustificare la loro assenza a scuola si sono fatti rilasciare una dichiarazione dal personale scolastico nella quale la scuola afferma in pratica che da decreto legislativo dello scorso 8 agosto e dai controlli effettuati in entrata a scuola i quattro docenti erano sprovvisti di Green pass e sono stati allontanati. Oggi il giorno della verità.

I cinque hanno iniziato la loro battaglia contro il pass verde martedì scorso quando, alla ripresa delle attività didattiche, si sono recati a scuola senza il certificato verde. I cinque giorni di tempo concessi per presentare il documento verde sono scaduti ieri, grazie ad un giorno di libertà già pattuito in precedenza avuto lunedì. L'Itis Don Morosini di Ferentino, che conta 600 alunni ed ha ripreso le lezioni già giovedì scorso in anticipo rispetto al resto d'Italia, è un fiore all'occhiello dell'istruzione scolastica superiore in Ciociaria, soprattutto nel ramo aerospaziale e nautico. Ora il problema di non facile risoluzione.

Prof No-vax contraria al Green pass a Fabriano, il preside: «La sospendo, applico la legge»

Se i quattro docenti manterranno la posizione rigida oggi saranno sospesi e dovranno essere sostituiti. La dirigente scolastica Claudia Morgia nel frattempo si è chiusa nel silenzio preferendo non rilasciare alcuna dichiarazione.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA