Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il sindaco Caligiore si è insediato: «Subito i problemi della scuola»

Roberto Caligiore, nuovamente sindaco di Ceccano
di Marco Barzelli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Settembre 2020, 09:18

Nella mattinata di ieri, mentre era già suonata la prima campanella in quelle scuole comunali circondate dal caos, Roberto Caligiore si è reinsediato ufficialmente come sindaco di Ceccano con un pensiero in testa: affrontare le questioni legate ai servizi scolastici. Due gli obiettivi: riattivare il trasporto per gli studenti, sospeso quattro mesi fa dal Commissario prefettizio per via dell’emergenza Covid, e garantire una prossima refezione in sicurezza nei plessi dei due istituti comprensivi cittadini. Nel primo caso si tratterà di espletare la nuova gara di affidamento del Tps, rimettendo probabilmente in moto i pulmini del gestore uscente tramite una proroga della durata del contratto. È stata individuata sin dal luglio 2019, invece, l’impresa ristorativa che si occuperà della mensa fino al 2024.



Girandola di vertici
Subito dopo la proclamazione operata alle 10.25 dal magistrato Giampiero Piro, presidente dell’Ufficio centrale attivato presso la sala consiliare del comunale Palazzo Antonelli, lo stesso Caligiore ha preannunciato due riunioni, una alle 11 e l’altra alle 12, per fronteggiare quello che ha definito «un problema serio per le famiglie». Nel seguente pomeriggio o al massimo entro l’odierna mattinata, invece, l’incontro con le dirigenti scolastiche Augusta Colandrea e Lucia Minieri. «Siamo assolutamente fiduciosi e con tanta voglia di fare e di risolvere le problematiche - ha assicurato il primo cittadino - La città ha scelto, ha bisogno di essere ripresa per mano ed è quello che faremo». Tra i presenti, in occasione del reinsediamento di Caligiore, anche l’ex assessore alla pubblica istruzione e ai servizi scolastici Mario Sodani, al quale verrà con tutta probabilità riconfermato l’incarico. «Riprenderemo a far funzionare di nuovo le scuole - ha dichiarato lo stesso Sodani - Stamattina (ieri, ndr) c’è stata una situazione drammatica per l’afflusso nelle scuole. Chiediamo collaborazione anche da parte degli istituti scolastici perché è necessario ci sia tolleranza nei primi giorni. È necessario riorganizzare tutto il servizio e rientrare nella normalità che ci porta verso la saggezza». Capitolo scuola a parte, ovviamente, c’è una Giunta comunale da formare e presentare, nel giro di venti giorni, durante la prima seduta del Consiglio comunale.

I papabili
Ieri, a tal proposito, hanno presenziato al Comune anche altri tre papabili assessori: Ginevra Bianchini, la più votata della primeggiante lista Caligiore Sindaco; Angelo Macciomei, consigliere uscente come la stessa Bianchini, già delegato allo sport e “Mister preferenze” con la Lega Salvini Lazio; infine, non da ultimo in quanto tra gli aspiranti alla carica di vicesindaco, Riccardo Del Brocco, leader fuori-lista della Grande Ceccano. Un altro che era lì è l’ex assessore alla cultura e al bilancio Stefano Gizzi, che è in quota Lega e, a quanto pare, non dovrebbe rientrare a sorpresa nel prossimo esecutivo guidato dal sindaco Caligiore. La casella leghista, come detto, dovrebbe essere difatti occupata da Macciomei, con tanto di ingresso in Consiglio del primo dei non eletti Alessio Patriarca. Alla Bianchini, invece, subentrerebbe nel caso Mariella Bruni. Il quadro della Giunta, a quel punto, potrebbe essere completato da un’altra quota rosa: la supervotata Federica Aceto (535 preferenze), per il momento eletta consigliera di Fratelli d’Italia. Dipende tutto dalle riunioni politiche che hanno preso il via proprio in queste ore. Ovviamente non si escludono sorprese a non finire. Per il momento, però, sembrerebbero in due in pole position: Sodani e Macciomei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA