CORONAVIRUS

La Catalent offre una copertura
assicurativa a tutti
i dipendenti che dovessero ammalarsi

Venerdì 20 Marzo 2020

Anche il mondo dell’Industria è in fermento. La Catalent di Anagni (importante sito farmaceutico) ha attivato una copertura assicurativa supplementare (oltre a quella tradizionale) estesa al possibile contagio da Covid. Dunque, se un dipendente dovesse ammalarsi, per tutto il 2020, avrà la copertura delle spese per il ricovero, per le analisi, per i controlli medici, per il trasporto in ambulanza, nonchè per tutte le cure necessarie nei 14 giorni successivi alla guarigione. «La polizza - spiega Barbara Sambuco, direttore generale di Catalent - è valida anche per gli stagisti e scade il 31 dicembre. Speriamo che, per quella data, la situazione sia normalizzata. Al momento, per fortuna, non abbiamo avuto nessun caso di “positività” né tra i dipendenti, né tra i famigliari».
Ma la Catalent ha avviato anche una seconda iniziativa: quella delle mascherine «fatte da sé».
«In pratica dalla stoffa delle nostre tute - continua Barbara Sambuco - ognuno di noi potrà cucire, a casa, le mascherine per il proprio uso. Io, ad esempio, già ne ho fatte una trentina. Poi saranno sterilizzate e pronte per l’uso. Questa iniziativa nasce per dare un’ulteriore garanzia ai nostri dipendenti, ma è stata anche una scelta etica per lasciare le mascherine chirurgiche agli operatori sanitari. Ovviamente restano in atto tutte le precauzioni per le condizioni di sicurezza: distanza minima di 2-3 metri tra i lavoratori, sanificazione degli ambienti e sanificazione straordinaria nel week end. Per ulteriore sicurezza abbiamo chiuso la mensa e consegnato ai dipendenti i tradizionali ticket restaurant».

Ultimo aggiornamento: 10:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani