Lavinia Mennuni, chi è l'outsider di Fratelli d'Italia che ha battuto Calenda e Bonino a Roma centro

Nel 2008 approda per la prima volta in Aula Giulio Cesare, ricoprendo il ruolo di Delegata del Sindaco per i rapporti con il mondo cattolico, per le pari opportunità, e di Presidente della Commissione Patrimonio di Roma Capitale

Lavinia Mennuni, chi è l'outsider di Fratelli d'Italia che ha battuto Calenda e Bonino a Roma centro
3 Minuti di Lettura
Lunedì 26 Settembre 2022, 15:35 - Ultimo aggiornamento: 15:44

Lavinia Mennuni è la sorpresa del collegio uninominale al Senato di Roma centro, dove ha battuto Carlo Calenda «Nella sfida più difficile con Bonino e Calenda, un grazie ai romani per la bella vittoria». Lavinia Mennuni, gioisce per un risultato elettorale tutt'altro che scontato. L'esponente romana di FdI, consigliera al Comune di Roma, ha infatti espugnato una delle roccaforti del centro sinistra della Capitale aggiudicandosi l'uninominale al Senato Roma centro, battendo così la senatrice uscente e leader di più Europa Emma Bonino, candidata per il centrosinistra, e Carlo Calenda. Mennuni classe 1976, nata a Southampton ma vissuta da sempre nella Capitale, oggi saluta con felicità e e commozione la vittoria: «È una grande soddisfazione aver vinto, in un collegio difficilissimo per il centro destra, la sfida con due leader, come la Bonino e Calenda. Una vittoria costruita sui valori che da sempre porto avanti grazie a programmi chiari, una condotta coerente e grazie soprattutto alle tante persone con le quali da oltre 25 anni condivido un percorso umano e politico, in particolare in questa parte della città di Roma», dice Mennuni commentando il risultato elettorale.

Lavinia Mennuni, chi è 

La consigliera capitolina, avvocato e madre di tre figli, sembrerebbe un'outsider ma in realtà ha esperienza politica sul territorio di lungo corso. Nel 1997 viene infatti eletta, giovanissima, consigliere di AN del Municipio II di Roma, poi riconfermata consigliere nelle elezioni del 2001 e nel 2006, ricoprendo dal 2001 al 2006 la carica di assessore Municipale ai lavori pubblici e all'urbanistica. Nel 2008 approda per la prima volta in Aula Giulio Cesare, ricoprendo il ruolo di Delegata del Sindaco per i rapporti con il mondo cattolico, per le pari opportunità, e di Presidente della Commissione Patrimonio di Roma Capitale. «Convinta della necessità di politiche a sostegno di famiglie e imprese, riesco in quella esperienza di governo a realizzare il quoziente familiare, il sostegno alle famiglie numerose e nel 2009» promuove la Marcia della Vita a Roma. Da lì è stata riconfermata consigliera fino ad oggi dove dagli scranni del Campidoglio la vedremo passare a quelli di Palazzo Madama. I ringraziamenti di Mennuni vanno quindi a Fratelli d'Italia e a Giorgia Meloni «che mi hanno candidata per il centrodestra in questa parte di Roma», dove la neo senatrice assicura «il massimo dell'impegno», accompagnata dal motto che ha fatto suo: «Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione»

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA