Frodi e furto d'identità, nel 2018 più di 27.000 casi. Danno stimato di oltre 135 milioni

Lunedì 29 Luglio 2019
(Teleborsa) - Uno studio, portato avanti dall'Osservatorio sui Furti d'identità e le Frodi creditizie realizzato da CRIF – Mister Credit, evidenzia come in Italia, solo nel 2018, si sono verificati oltre 27.000 casi di frodi creditizie realizzate grazie al furto d'identità, con un importo medio di 5.000 euro.

La perdita economica complessiva stimata ha superato i 135 milioni di euro. Tra le tipologia di finanziamento oggetto di frode, il prestito finalizzato continua a registrare un incremento di circa il 28% rispetto alla precedente rilevazione, arrivando a spiegare quasi 3 casi su 4, con un'importo medio pari a 6.400 euro. Sui prestiti finalizzati ottenuti in modo fraudolento, il 32,7% dei casi ha per oggetto l'acquisto di elettrodomestici, ma quote rilevanti hanno riguardato anche il comparto auto e moto, arredamento, spese per la casa e gli acquisti di prodotti di elettronica e informatica.

La ripartizione dei fondi dichiarata al momento della richiesta del finanziamento mostra un'incidenza dei casi in Campania (con il 16,5% del totale), Lombardia (11,6%), Lazio (11,2%) e Sicilia (10,2%). Le stesse regioni che, anche nel 2017, occupavano i primi posti tranne la Campania, che acquisisce la prima posizione a discapito della Sicilia. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma