Expo 2030. «Anche gli immobili metteranno il turbo: ci sono le più alte potenzialità d’Europa»

Expo 2030. «Anche gli immobili metteranno il turbo: ci sono le più alte potenzialità d Europa»
di Andrea Bassi
3 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Settembre 2021, 12:03

Anche il mercato immobiliare romano è pronto a partire con il turbo. Anzi, secondo la ricerca realizzata da Scenari Immobiliari quello della Capitale è uno dei mercati più promettenti d'Europa. «La recente stabilità dei prezzi in centro città, insieme al calo della periferia», si legge nel documento, «porta Roma ad avere grandi opportunità di recupero nei prossimi anni, potenzialmente tra le più alte in Europa. Le previsioni di crescita per i prossimi cinque anni tra le città analizzate», si legge ancora, «pongono la Capitale al secondo posto con una crescita potenziale del 15,4 per cento, subito dopo Parigi con il 19,3 per cento e prima di metropoli come Berlino e Londra».

Roma, «Con Recovery e Giubileo inizia il decennio Capitale»


La ripresa non riguarderà soltanto il segmento residenziale. Ma anche il mercato degli uffici. Il 2020 ha visto un calo importante dei volumi scambiati in questo segmento nella capitale, con le compravendite scese a 125mila metri quadri, su un'offerta complessiva stimata in 320mila metri quadri, con un fatturato pari a 680 milioni di euro. «Si prevede però», spiega il rapporto, «un rimbalzo di tutti gli indicatori già a partire dal 2021, con una crescita dello scambiato che potrà arrivare a 250mila metri quadri nel 2024, per un fatturato di 1,3 miliardi di euro. Anche prezzi e canoni sono previsti in crescita, in tutti gli ambiti urbani, con un vantaggio sempre per il centro».

«Recovery, Giubileo ed Expo 2030: è il decennio della svolta per Roma»

Il settore uffici, si legge ancora nel rapporto, vedrà la realizzazione di nuovi complessi terziari, anche come riqualificazione di edifici esistenti, ma con focus sulle tematiche emerse durante questi ultimi mesi: spazi moderni e ampi, in grado di garantire il massimo comfort ai lavoratori, e con attenzione agli aspetti green e di sostenibilità. Anche per il mercato del commerciale la ripresa è dietro l'angolo. Il tasso di sfitti è ancora alto, ma il ritorno del turismo rianimerà il commercio. Le high street romane, come via dei Condotti, sono al top del valore metro quadro per gli affitti dietro solo gli Champs Elysees di Parigi.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA