Benetton, da Autostrade alla Patagonia: un impero da oltre 18 miliardi

Lunedì 13 Luglio 2020
Benetton, da Autostrade alla Patagonia: un impero da oltre 18 miliardi

Un impero industriale e finanziario che da Ponzano Veneto, in provincia di Treviso, si allunga in tutto il mondo, spaziando dall'abbigliamento alle telecomunicazioni, dalle banche alla ristorazione, dalle tenute agricole al real estate, per finire, ovviamente, con le infrastrutture. Una 'galassia' nata negli anni '50 per mano dei quattro fratelli Benetton, iniziata con la vendita porta a porta da parte di Luciano dei maglioni confezionati da Giuliana e fatta espandere - attraverso acquisizioni, quotazioni in Borsa, diversificazioni - da Gilberto, mente finanziaria della famiglia trevigiana fino alla sua scomparsa, avvenuta, come quella del fratello Carlo, nel 2018. Il forziere di quest'impero è Edizione, le cui partecipazioni al netto del debito (net asset value) valgono oltre 10 miliardi di euro, secondo il bilancio 2018. Nel 2019 il gruppo, che impiega oltre 100 mila persone nel mondo, ha realizzato quasi 18 miliardi di ricavi consolidati, con un utile sceso da 184 a 55 milioni di euro, dopo aver scontato un accantonamento di 1,5 miliardi per il disastro di Genova.

Le prospettive di un 2020 difficile, anche per il Covid19, hanno suggerito ai Benetton di rinunciare quest'anno al tradizionale dividendo, pari a 150 milioni lo scorso anno. Atlantia, di cui Edizione detiene il 30,2%, è la holding infrastrutturale, dove sono custoditi l'88% di Autostrade per l'Italia, il 50% di Abertis, il 100% di Autostrade dell'Atlantico. Una rete di oltre 14 mila chilometri di autostrade concentrate in Italia, Francia, Spagna, Brasile e Cile che fanno di Atlantia il primo concessionario mondiale, oltre che un importante operatore aeroportuale, grazie al 99% di Adr (Ciampino e Fiumicino), al 64% dell'aeroporto di Nizza e al 29% dello scalo di Bologna. Nel portafoglio della holding ci sono anche il 100% di Telepass, il 15,5% di Getlink (la società che controlla l'Eurotunnel) e il 23,9% della società di costruzione tedesca Hotchief. Edizione, con il 16,5% del capitale, è il principale azionista di Cellnex, uno dei più grandi operatori europei di torri per telefonia mobile, ed è presente nella ristorazione con Autogrill, di cui detiene il 50,1% del capitale.

La finanza è presidiata con le quote in Generali (4%) e Mediobanca (2,1%). L'attività immobiliare è svolta da Edizione Property (100%), proprietaria di 111 immobili a fine 2018, a cui si affiancano l'Azienda Agricola Maccarese, una delle più grandi in Italia con i suoi 3.100 ettari di terreno e 3.600 capi di bestiame, e l'ancora più grande Compa¤ia de Tierras Sud Argentino, 941 mila ettari di terreno e oltre 280 mila capi di bestiame, che fanno dei Benetton i più grandi proprietari terrieri della Patagonia. Infine c'è l'abbigliamento, da cui è nato tutto: oltre il 100% del gruppo Benetton, da diversi anni in cerca di rilancio, ci sono i tessuti di Olimpias Group.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA