Civitavecchia, innaffiava 21 piante di marijuana: arrestato dai carabinieri

Martedì 30 Giugno 2020 di Stefano Pettinari
Operazione dei carabinieri
Il mancato rispetto della precedenza gli è costato carissimo. C’è proprio questa infrazione stradale alla base dell’arresto di un 37enne di Civitavecchia, trovato poi intento ad annaffiare una ventina di piante di marijuana. I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno infatti arrestato un 37enne del posto per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti.
I militari dell’Arma infatti, durante un normale servizio di pattuglia nel quartiere Campo dell’Oro, hanno notato l’uomo che, a bordo di uno scooter, ha omesso di dare la precedenza ad un’intersezione su viale Lazio e si è allontanato. I carabinieri, dopo aver percorso la strada nella stessa direzione, hanno rintracciato il ciclomotore nelle campagne della periferia cittadina, in zona Casaletto Rosso a San Gordiano, e lo hanno trovato mentre stava innaffiando 21 piante di marijuana all’interno di un terreno recintato di sua proprietà, a poche decine di metri dalla carreggiata.
Il 37enne è stato quindi identificato e fermato. Ma per poter sequestrare le piante illegali e consegnarle alla Procura, è stato necessario richiedere l’intervento anche dei Carabinieri Forestali di Tolfa per mettere in sicurezza ed affidare uno struzzo di oltre due metri di altezza, un emù, ed atri animali protetti dalla convenzione Cites che si trovavano nell’area recintata.
Le 21 piante di marijuana, delle quali 12 con infiorescenze, sono state sequestrate, insieme ad una confezione di semi provenienti dalla Spagna. L’arrestato è stato quindi sottoposto agli arresti domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA