Laura Bogliolo
DAILY WEB di
Laura Bogliolo

L'attivista contro i bivacchi. E loro: «Roma è più sporca di Bucarest»

Lunedì 13 Luglio 2020 di Laura Bogliolo
Un frame del video girato da Max Petrassi
Non riesco proprio a smettere di stupirmi davanti all'attivismo di tanti romani che ogni giorno rischiano in prima persona per ottenere quel rispetto della legge che purtroppo spesso non c'è. E non si parla ormai più solo di periferie: anche zone residenziali o centrali sono colpite dal degrado.

C'è una piccola storia che racconta un po' la grandezza dei romani. Siamo a due passi da Corso Francia (i più la ricorderanno per la morte di Gaia e Camilla, le giovanissime travolte dal Suv). Alle pendici della Collina Fleming (zona residenziale per eccellenza qui a Roma), su via Nicaragua, c'è un piccolo giardino che da anni è preda di sbandati: portano sedie e restano a bere tutto il giorno, sporcano, entrano senza mascherine nei negozi. Da sei anni un residente Max Petrassi, presidente dell'associazione Greenside Roma pulisce, monitora e presenta esposti. Ha finalmente ottenuto l'affidamento del giardino che ora è nastrato dai vigili perché deve essere pulito per l'ennesima volta. 

Petrassi l'altro giorno ha affrontato per l'ennesima volta, armato solo di cellulare, il gruppo di bevitori. Gli ha chiesto di andare via gentilmente, di togliere le sedie e di smetterla di sporcare. Uno di loro ha preso le sedie e le ha portate vie. Un altro alla fine di una lunga chiacchierata ripresa in un video postato postato sul gruppo Facebook su "Radio Fleming" (la radio creata dai residenti ai tempi della quarantena) ha concluso: «Roma è più sporca di Bucarest...».
 

INDIFFERENZA+ASSENZA CONTROLLI = DEGRADO. Roma XV Municipio - Corso Francia - Via Nicaragua (Fronte Conad) Già oggetto...

Pubblicato da Red Azione su Giovedì 9 luglio 2020


  Ultimo aggiornamento: 16:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA