Topi nati da spermatozoi 'spaziali': «Sani dopo 6 anni di esposizione ai raggi cosmici»

Topi nati da spermatozoi 'spaziali': «Sani dopo 6 anni di esposizione ai raggi cosmici»
2 Minuti di Lettura
Lunedì 14 Giugno 2021, 20:43 - Ultimo aggiornamento: 18 Giugno, 15:11

Sono nati 168 topi sani da spermatozoi esposti per 6 anni alle radiazioni cosmiche sulla Stazione Spaziale Internazionale: questo è il clamoroso risultato dell'esperimento pubblicato sulla rivista Science Advances dall'Università giapponese di Yamanashi, guidato da Teruhiko Wakayama. Adesso i topi aiuteranno a comprendere i possibili problemi per la fertilità in vista di nuove missioni spaziali che vedranno gli astronauti impegnati sulla Luna e poi su Marte.

In provetta i primi "avatar" degli embrioni umani: laboratori viventi per studiare problemi di fertilità e sviluppo

 

Il futuro dell'uomo nello spazio

Nei prossimi anni l'esplorazione umana ci porterà a compiere viaggi spaziali di lunga durata e forse arriveremo alla costruzione di colonie spaziali abitate in forma stabile. Da sempre c'è stato il timore per le esposizioni alle radiazioni cosmiche di cui non si conoscono ancora bene gli effetti, in particolare sulla fertilità. I ricercatori giapponesi avevano inviato qualche anno fa sulla Stazione Spaziale delle ampolle contenenti spermatozoi di topo disidratati a basse temperature e secondo uno studio il liquido seminale conservato in questo modo avrebbe potuto essere conservato sulla Iss con successo, senza subire danni, per almeno 200 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA