Muore delfino nel mar Baltico: era stato catturato per far giocare i bambini

Il cucciolo trattenuto da uno degli adulti (immag pubbl da Polizei Lubeck und Ostholstein su Fb)
di Remo Sabatini
3 Minuti di Lettura
Venerdì 16 Luglio 2021, 16:14 - Ultimo aggiornamento: 19 Luglio, 10:27

Se lo sono passato di mano in mano come fosse un pupazzo e come tale lo hanno trattato. Tanto che alla fine, quel cucciolo di delfino che credevano un giocattolo, è morto. Siamo nel nord della Germania che si affaccia sul Mar Baltico. Lì, nell'area di Gromitz, piccola cittadina costiera del Circondario dell'Holstein Orientale, ad un cacciatore di foche che opera a Ostholstein, arriva una richiesta di soccorso: "Qualcuno, nella zona di balneazione, ha catturato un cucciolo di globicefalo ed ora lo trattengono in superficie per far divertire I bambini. Bisogna intervenire, il piccolo potrebbe morire!". Il cacciatore, avvertite le autorità, si precipita sul posto. Ma ormai è tardi. Come spiegato dalla polizia di Lubecca che ha diffuso le immagini che proponiamo, il povero cucciolo era stato catturato da alcuni adulti che, evidentemente in vena di follia, avevano pensato di far giocare i bambini presenti su quel tratto di spiaggia.

Stando alle testimonianze, infatti, almeno una ventina di bambini erano stati chiamati in acqua per divertirsi con quel pupazzetto animato. Non è ancora chiaro quanto tempo sia rimasto immobilizzato il cucciolo. Quel che è certo è che alla fine, terrorizzato e ormai stremato, si è indebolito di colpo. Poi, poco dopo, tra lo sconcerto generale, il piccolo è morto. "I cuccioli dei cetacei, spiega la biologa Valentina Braccia, sono estremamente delicati. Non sono giocattoli ma animali che vanno trattati con rispetto". Il cucciolo, ormai senza vita, è stato immediatamente portato presso l'Istituto di Ricerca ITAW a Busum che si occupa di fauna selvatica terrestre e acquatica. Lì, seppure le prime analisi sembra abbiano evidenziato problemi polmonari e cardiaci, non hanno escluso che la morte sia sopravvenuta a seguito dell'intenso contatto con l'uomo. Da qui l'apertura di un fascicolo da parte della Procura e le conseguenti indagini della polizia di Lubecca che sta cercando ulteriori testimonianze. Il globicefalo è specie particolarmente protetta e rischia l'estinzione. I protagonisti della vicenda, invece, 3 anni di carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA