Capriolo ucciso dai bracconieri e portato al mercato per essere macellato a Chieti

Capriolo ucciso dai bracconieri e portato al mercato per essere macellato a Chieti
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 1 Settembre 2021, 19:12

Capriolo pronto per essere macellato e venduto al dettaglio, in violazione a tutte le regole. A Chieti  un uomo è indagato per uccisione di animale e bracconaggio in relazione al ritrovamento di una carcassa all'interno del mercato comunale di via Ortona a Chieti Scalo.

Capriolo ucciso dai bracconieri

Le indagini, condotte dalla Polizia Locale di Chieti, coordinata dal vice comandante maggiore Fabio Primiterra e che si sono protratte per 48 ore, erano partite in seguito alla segnalazione apparsa sulla pagina «Chieti su Facebook», che riportava l'animale giacente a terra in una pozza di sangue. Il capriolo è un animale protetto e non può essere cacciato.

«Sono stati ascoltati numerosi testimoni, si è tentato in tutti i modi di acquisire immagini da telecamere di sorveglianza; sono state effettuati sequestri penali, accertamenti urgenti su veicoli e cose, abbiamo bussato persino alle porte dei residenti di via Vasto - racconta il maggiore Primiterra - per acquisire quante più testimonianze possibili; i cittadini hanno manifestato la propria indignazione per questo grave atto criminale e chi poteva collaborare, lo ha fatto senza esitazione. Non è da escludere che l'indagato abbia agito in concorso con altre persone e quindi le indagini potranno proseguire per individuare altri responsabili, secondo le ulteriori attività di indagine che il pubblico ministero Lucia Anna Campo vorrà delegare». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA