Cane trovato congelato in Siberia, ha 18mila anni

Giovedì 28 Novembre 2019 di Remo Sabatini
il cane di 18mila anni fa trvato nei ghiacci (immag pubbl su Twitter da Centre fo Palaeogenetics di S Fedorov)

Ha 18mila anni e non li dimostra affatto. Perfettamente conservato dal gelo dei ghiacci dell'area circostante il fiume Indigirka, in Siberia, il cucciolo di quello che sembra un cane, dal giorno del suo ritrovamento è al centro dei pensieri e degli studi del mondo scientifico che ora, con le analisi di rito ancora in corso, si pone mille domande. E' un lupo, un cane o cosa? Assodato che si tratta di un maschio, della sua identità non si sa molto. Per quanto ne sappiamo, anche l'ipotesi che lo vorrebbe un antenato comune di cani e lupi, potrebbe essere plausibile.

Morto Greta, il super-cane da soccorso che salvò tante vite tra le macerie di Amatrice
Cagnolona salva cinque gattini abbandonati nella neve: si accuccia per proteggerli dal freddo

D'altronde, al Centre for Palaeogenetics, il centro specializzato nello studio del Dna di Stoccolma, dove l'esemplare è conservato e che ha diffuso l'immagine che pubblichiamo, gli studiosi stessi hanno dichiarato che, per capire con certezza di quale animale si tratti, sono necessari più sequenziamenti. Così, in attesa di ulteriori risposte dal mondo scientifico, si avanzano teorie e primati. Fosse un cane infatti, si tratterebbe dell'esemplare più antico mai trovato. In ogni caso e al di là dei risultati che verranno conseguiti, il cucciolo, ribattezzato Dogor, rappresenta una nuova e infinita fonte di informazioni che possono fare nuova luce sulla storia genetica dei suoi pronipoti.

Ultimo aggiornamento: 29 Novembre, 09:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma