Tentata rapina, i testimoni consegnano i filmati: frame con il viso del bandito

Tentata rapina, i testimoni consegnano i filmati: frame con il viso del bandito
di Tito Di Persio
3 Minuti di Lettura
Domenica 17 Ottobre 2021, 10:46

Caccia al rapinatore che l’altro ieri ha ferito l’impiegata di un’azienda nel cercare di rubargli la somma che andava a depositare. In una delle tante riprese fatti con telefonini dai presenti si intravede il suo volto. In molti ieri mattina si sono presentati nelle caserme dei carabinieri di Alba Adriatica e Martinsicuro per consegnare i filmati che ha immortalato la tentata rapina di venerdì all’esterno della filiale della Banca Popolare di Bari (ex Tercas) di via Aldo Moro, a Martinsicuro, in provincia di Teramo. Pare che durante la violenta colluttazione con la coraggiosa impiegata al malvivente sia sceso per qualche istante lo scaldacollo che usava per coprire il viso.

Donna di 70 anni resiste allo scippo e fa arrestato il ladro. Nella borsa c'era la pensione
Ieri i carabinieri sono di nuovo tornati sul posto per acquisire le immagini di videosorveglianza della zona, sia pubbliche che private. La stessa cosa hanno fatto nella traversa di Via Abruzzi, sempre a Martinsicuro dove è stata ritrovata l’auto, una Mercedes classe B, risultata rubato l’11 ottobre a Grottammare. L’auto è stata passata al setaccio: trovate diverse impronte digitali e mozziconi di sigarette, materiale spedito ai Ris di Roma. Inoltre ieri mattina sono stati riascoltati alcuni testimoni. L’impiegata ha protetto con tutte le sue forze i soldi, qualche migliaia di euro, che stava andando a depositare per conto dell’azienda dove lavora. La donna, una 52enne di San Benedetto del Tronto, ieri mattina è stata dimessa dall’ospedale con una ventina di giorni di prognosi e una ferita profonda alla mano, causata da un oggetto contundente che aveva il ladro, molto probabilmente un coltello a serramanico, al momento ancora introvabile. Nello stesso istituto di credito il 20 settembre era stato oggetto di una rapina da parte di un ladro solitario e disarmato che dopo aver preso i soldi era fuggito in bici. Alcuni giorni dopo l’uomo, anche se aveva il viso coperto è stato fermato e denunciato.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA